Ferie finite, prima settimana di settembre all'insegna del maltempo. Lazio in allerta

01 settembre 2014 ore 11:07, Micaela Del Monte
Finite le ferie si può dire che sia ufficialmente finita anche l'estate, e a dare man forte alla sensazione che di tempo per riposarsi non ce ne sia più, ci pensa anche il maltempo. Non temete quindi, se vi preoccupava dover restare chiusi in ufficio a lavorare mentre fuori il sole splende e i più fortunati continuano a dedicare il proprio tempo alla tintarella, tranquilli, così non sarà, perché oggi è stata solo un'anteprima di quello che ci aspetta nei prossimi giorni.
Ferie finite, prima settimana di settembre all'insegna del maltempo. Lazio in allerta
Le temperature continueranno a scendere, le piogge aumenteranno fino a diventare veri e propri temporali e così l'estate, iniziata tardi e finita ancora prima, si concluderà definitivamente nel peggiore dei modi. Siamo solo al 1 settembre e l'inizio è con i fiocchi: la Protezione Civile del Lazio ha emesso infatti un avviso di condizioni meteo avverse con indicazione che dalla mattinata di oggi e per le prossime 24-36 ore si prevedono sul Lazio "venti forti, con rinforzi fino a burrasca, dai quadranti settentrionali, con mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale". Ha comunicarlo in una nota è stata direttamente la Regione Lazio.

Come detto poi i fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, anche per questo motivo l’Ama ha predisposto, sin da sabato scorso, varie unità operative per rimuovere foglie e detriti che potrebbero causare l’ostruzione dei tombini sulle strade e quindi allagamenti.

Ferie finite, prima settimana di settembre all'insegna del maltempo. Lazio in allerta
L’azienda municipalizzata dei rifiuti capitolini ha fatto sapere che questa operazione interesserà tutti i municipi della Capitale ”al fine di prevenire nel migliore dei modi i possibili disagi causati dal maltempo”. Dunque, anche questa volta Roma dovrà arrendersi non solo al fatto che l'estate si sia conclusa troppo presto e come peggio non si poteva, ma soprattutto alla possibilità che i suoi cittadini dovranno fare i conti con infinite code di traffico e con le strade che diventano enormi scivoli d'acqua. Come al solito verrebbe poi da aggiungere...  
caricamento in corso...
caricamento in corso...