Roma, Di Stefano (CasaPound): "Gabrielli governerà senza mandato popolare. Per Marino l'ideale"

01 settembre 2015, Adriano Scianca
Roma, Di Stefano (CasaPound): 'Gabrielli governerà senza mandato popolare. Per Marino l'ideale'
"Roma commissariata? Per Marino è la situazione ideale: non deve fare nulla e può tornare ad andare in bicicletta". Così Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, commenta le lunghe vacanze del primo cittadino romano. E del prefetto Gabrielli dice: "Sciolga il Comune. Ma mi sembra molto più impegnato a crearsi il suo futuro da ministro".

Roma Capitale è commissariata, ma Marino resta in vacanza: provocazione o che altro? 

«Secondo me è l'incapacità congenita a cui Marino ci ha sempre abituato. Si tratta di una mancanza di rispetto per la città». 

Doveva rientrare prima? 

«Per me il sindaco di una città come Roma non può andare in vacanza 20 giorni dall'altra parte del mondo. Durante il suo mandato non dovrebbe proprio andarci, in vacanza, o al massimo una settimana, nei dintorni di Roma, dove ci sono posti bellissimi peraltro». 

Gabrielli dice di aver sentito Marino “fra un'immersione e l'altra”. È sarcasmo? Fra i due c'è già una velata tensione? 

«Gabrielli ha detto che ha i poteri per scegliere il Comune. Ebbene, allora lo sciolga, se crede che Marino si sta comportando in modo inadeguato. Ma il prefetto mi sembra molto più impegnato a crearsi il suo futuro...».

Marino scrive (dagli Usa): "Non mi sento un sindaco dimezzato". Ma può davvero durare una situazione simile? 

«Ma questa è la situazione perfetta per Marino, che non deve più fare nulla! Gabrielli governerà senza mandato popolare, come questo governo, come ormai è prassi nel Pd, che ha il terrore delle urne. Intanto Marino potrà tornare ai suoi gesti dinoccolati, alla V di vittoria, ad andare in bicicletta e a ripensare a quando era ragazzo e parlava di come cambiare via dei Fori imperiali con la sua amica americana».
caricamento in corso...
caricamento in corso...