Emergenza abitativa, vertice Raggi-Minniti: sindaco vuole le caserme

01 settembre 2017 ore 16:23, Americo Mascarucci
Si è svolto oggi al Viminale il primo faccia a faccia fra il Ministro dell'Interno Marco Minniti e il sindaco di Roma Virginia Raggi per discutere di emergenza abitativa nella Capitale dopo gli scontri e le tensioni di Piazza Indipendenza seguite allo sgombero di un immobile occupato da rifugiati eritrei. Al termine di comune accordo è stata diramata una nota con la quale entrambi fanno sapere che l'incontro si è svolto "in un clima pienamente costruttivo" . La nota prosegue dicendo: "I due hanno convenuto sull'importanza di una collaborazione interistituzionale, come quella già in corso con la Regione, per affrontare il tema dell'emergenza abitativa, delle politiche migratorie e dell'accoglienza, stabilendo delle priorità nel rispetto dei principi di legalità e di umanità". Insomma una nota molto diplomatica che in pratica conferma soltanto una cosa: collaborazione sì, ma zero soluzioni per ora.
Emergenza abitativa, vertice Raggi-Minniti: sindaco vuole le caserme

LE PROPOSTE DELLA RAGGI
Il sindaco di Roma ha proposto di risolvere l'emergenza alloggiativa mettendo a disposizione le caserme non più in uso dotate di alloggi di servizio, che potrebbero essere riadattati per abbassare le liste di attesa. A Roma al momento ci sarebbero circa 10mila persone in attesa di  una casa da oltre 10 anni'.
''Un'altra proposta, a mio avviso interessante - ha dichiarato la Raggi - è quella di riattivare il mercato immobiliare. ARoma abbiamo oltre 200mila case tra sfitte e invendute, questo consentirebbe di abbattere le liste di attesa e di riattivare un settore economico in grave crisi da parecchi anni'. Stiamo lavorando - ha concluso Raggi - a breve sarà emanata questa direttiva, peraltro anche sugli sgomberi ci saranno delle ulteriori iniziative che il ministro porrà in essere''.

L'ATTACCO DEL PD 
Il Pd però attacca la Raggi e l'accusa di non riuscire a gestire la situazione degli alloggi nella Capitale. "C'è un vuoto di iniziative e di idee, un costante scaricabarile - attacca il vicepresidente della Camera e consigliere comunale Roberto Giachetti -. Non si amministra così una città complicata come Roma". Per questo i dem capitolini hanno presentato due proposte di delibera sul tema dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti: la prima per istituire una cabina di regia per il coordinamento e il monitoraggio del sistema di accoglienza di rifugiati, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale; la seconda per istituire tavoli di convivenza a livello municipale. 

#raggi #minniti #vertice



caricamento in corso...
caricamento in corso...