Immobile è la punta azzurra "di movimento". Altro che Pellè

10 ottobre 2016 ore 16:26, Andrea De Angelis
Ciro Immobile lo ha "inventato" un certo Zeman. In quel Pescara dei miracoli, dove giocavano tra gli altri anche Verratti e Insigne, l'attaccante realizzò una valanga di reti. 

Nato a Torre Annunziata cento giorni prima dei Mondiali di Italia '90, Ciro capì da subito che il pallone sarebbe stata la passione della vita. Fisico perfetto (185 centimetri per 78 chili di peso), a dispetto del cognome è un attaccante di movimento capace di dare profondità alla squadra, ma anche di recuperare palloni e dialogare con i compagni di reparto. Insomma, uno di quelli che ogni allenatore vorrebbe avere in squadra. Eppure dopo la brutta esperienza con il Borussia Dortmund il calcio italiano sembrava essersi dimenticato del ventiseienne campano. Le cosiddette big non mostrarono interesse, il Torino (dove esplose definitivamente) non mostrò l'intenzione di riprenderlo. Così sbucò la Lazio, capace di fare un autentico affare questa estate portandolo nella capitale per una cifra irrisoria se paragonata a quelle di altri attaccanti più o meno prolifici. 

Immobile è la punta azzurra 'di movimento'. Altro che Pellè
Ieri per Immobile la gloria azzurra. In una partita scontata e divenuta all'improvviso infernale, è riuscito a realizzare una doppietta fondamentale per la corsa ai Mondiali del 2018. Tutt'altro che scontati. Giampiero Ventura lo conosce bene e ha commentato con un "ha fatto il suo dovere" la partita dell'attaccante laziale. Lui, dal canto suo, ha mantenuto un profilo altrettanto basso. Insomma, altro che Pellé. 
"Nel secondo tempo siamo scesi in campo un po' molli e non abbiamo reagito al gol subito. Ci vuole cattiveria, non si può sbagliare niente. Bisogna essere più svegli. Era importante questo gol, ma guardo la prestazione della squadra. Mi sento importante e questo mi fa piacere. Sento la fiducia di tutti e ora mi sento bene dentro questo gruppo. C'è da recuperare e dobbiamo farci trovare pronti".
caricamento in corso...
caricamento in corso...