Roma e Kobânê: il gemellaggio che non ti aspetti

11 marzo 2015, Andrea De Angelis
Una ha quasi tre milioni di abitanti, l'altra circa cinquantamila, almeno secondo le stime del 2007. 


Roma e Kobânê: il gemellaggio che non ti aspetti

Il gemellaggio tra Roma e Kobânê potrebbe presto diventare realtà. Un segnale forte nei confronti della città siriana, situata nell'attuale Kurdistan siriano nei pressi della frontiera con la Turchia, simbolo della resistenza curda nei confronti dell'Isis. 


"Abbiamo presentato una mozione per siglare un gemellaggio tra Roma Capitale e Kobânê, la città liberata dall'Isis grazie alle combattenti e ai combattenti curdi". Lo ha dichiarato oggi in una nota Gianluca Peciola, capogruppo Sel in Campidoglio, primo 
firmatario della mozione.


"Il 26 gennaio scorso, dopo oltre quattro mesi di combattimenti e circa 2.000 morti, le forze curde hanno riconquistato la città di Kobânê, grazie anche al sostegno della coalizione internazionale. Il ruolo femminile nella guerriglia e la resistenza all'integralismo messi in campo dal popolo curdo meritano un riconoscimento storico e politico da parte delle Istituzioni occidentali. 

L'atto presentato da Sel - conclude Peciola - impegna il Sindaco e la Giunta ad avviare le procedure per la sottoscrizione di un gemellaggio, ai sensi dell'art. 6 della Legge n. 131/2003, con la città di Kobânê".


caricamento in corso...
caricamento in corso...