Roma in blocco (del traffico) il 26 gennaio. E ci si mettono pure i sit-in

12 gennaio 2016 ore 11:53, Americo Mascarucci
Una buona notizia per i pendolari utenti del trasporto pubblico capitolino ma fino ad un certo punto. 
L’annunciato sciopero di 4 ore indetto per mercoledì 13 gennaio è stato differito. Non si svolgerà più domani bensì martedì 26 gennaio come annunciato dal sindacato Orsa TPL. Il motivo del differimento pare sia da collegare alla permanenza dell’allerta smog sulla Capitale. Nonostante le piogge dell’ultima settimana infatti i livelli di allerta restano alti così come la presenza di polveri sottili nell’aria. Bloccare il trasporto pubblico in questi giorni significherebbe obbligare le persone a spostarsi in macchina, intasando la circolazione e aumentando il livello di smog sulla città. Ragione per cui i sindacati hanno deciso di spostare lo sciopero di due settimane. 
''Mercoledì servizio attivo sull'intera rete Atac - si legge sul sito internet dell'Atac - Lo sciopero, previsto dalle ore 8.30 alle ore 12.30, indetto dal sindacato Orsa è stato differito al giorno 26 gennaio dalle ore 10.30 alle ore 14.30''
Mercoledì 13 gennaio restano tuttavia confermati altri scioperi annunciati. Dalle 9,30 alle 14 scenderà in strada la manifestazione dei lavoratori del Corpo Forestale dello Stato a via XX Settembre, davanti alla sede del ministero delle politiche agricole. Nel pomeriggio i precari della scuola bloccheranno viale Trastevere per un'accesa protesta sotto le finestre del ministero dell'istruzione: occupando dalle 13 alle 20 largo Bernardino Da Feltre. Inevitabili allora le ripercussioni sul traffico, con probabili deviazioni anche alla circolazione del tram che scorre sul tratto interessato dal sit-in. 
La Capitale sarà comunque protagonista di altri scioperi durante questo mese di gennaio. Per il 18 del mese è in programma una protesta aziendale che riguarderà il personale appalti di Tpl, Atac e Cotral e dunque non toccherà i cittadini in prima persona. Il prossimo 25 gennaio, invece, andrà in scena uno sciopero degli aerei che interesserà gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. A protestare saranno il personale Enav, Alitalia, Sai, Aviation Service e Handling. In questo caso gli scioperi avranno una durata diversa: quello indetto da FATA-CISAL inizierà alle 10 e terminerà alle 18, mentre quello annunciato da OSR FIT-CISL/UILT-UIL/UGL-TA durerà 4 ore (dalle 10 alle 14). 

Roma in blocco (del traffico) il 26 gennaio. E ci si mettono pure i sit-in
Dunque le tanto auspicate piogge sarebbero state soltanto un palliativo utile a ridurre ma non in maniera sostanziale la cappa dello smog su Roma. L’allerta dunque prosegue al punto che per domenica prossima, 17 gennaio, sarebbe in procinto di essere imposto un blocco del traffico. Notizia che dal Campidoglio tuttavia non sarebbe stata ancora confermata ma che sarebbe considerata inevitabile dal commissario Tronca di frontre agli ultimi dati che dimostrerebbero come la presenza di polveri sottili nell’atmosfera sarebbe ancora molto al di sopra dei limiti consentiti, seppur ridotta rispetto agli ultimi giorni dell’anno. Se il blocco del traffico sarà confermato, entro i confini della Fascia Verde scatteranno le seguenti misure: 
blocco del traffico dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20:30 con lo stop a tutti i veicoli, compresi quelli diesel e benzina Euro 5.
Saranno comunque consentite le tradizionali deroghe concesse a specifiche categorie di autoveicoli
veicoli a trazione elettrica e ibridi; veicoli alimentati a metano e GPL; autoveicoli ad “accensione comandata”, benzina e diesel Euro 6; ciclomotori a due ruote con motori 4 tempi Euro 2; motocicli con motori 4 tempi Euro 3; vetture in servizio di polizia e di pubblica sicurezza, inclusi servizi di emergenza, anche sociale, oltre a quelli di soccorso stradale e trasporto salme; veicoli per il pronto intervento e la pubblica utilità (es. servizi di manutenzione utenze gas, luce, acqua ecc.) muniti di contrassegno o certificazione del datore di lavoro; veicoli della Protezione Civile, per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e adibiti a interventi straordinari per il verde e il mantenimento del decoro urbano; autoveicoli per il trasporto collettivo pubblico e privato; taxi e servizio di noleggio con conducente; autoveicoli adibiti a servizio car sharing, car pooling, “Servizi Piano Spostamenti Casa Lavoro” approvati in base a provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e dell’Amministrazione Capitolina; veicoli con targa CD, SCV, CV; vetture munite di contrassegno per persone invalide; autoveicoli per emergenza sanitaria di medici e medici veterinari, in visita domiciliare urgente e muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo Ordine; autoveicoli adibiti a trasporto persone sottoposte a terapie indispensabili; veicoli per il trasporto di persone sottoposte a misure di sicurezza; trasporto di generi alimentari deperibili, distribuzione della stampa periodica e di invii postali; veicoli non oltre le 3,5 tonnellate di peso adibiti a trasporto medicinali, materiale sanitario per uso urgente e trasporto valori; veicoli che trasportano persone che partecipano a cerimonie religiose programmate in data precedente a quella dell’ordinanza del Commissario (9 novembre 2015), munite di appositi inviti o di attestazioni rilasciate dai ministri officianti; veicoli degli operatori per l’informazione quotidiana in servizio, muniti del tesserino di riconoscimento e dell’attestazione della redazione; eicoli in servizio di turno utilizzati dai controllori del traffico aereo di Ciampino e Fiumicino con certificazione ENAV; autoveicoli e motoveicoli di lavoratori la cui posizione della sede di lavoro renda impossibile il ricorso ai mezzi del servizio pubblico e in possesso di attestazione del datore di lavoro; automezzi adibiti ai lavori nei cantieri delle linee metropolitane in costruzione; veicoli o mezzi per il trasloco le cui autorizzazioni all’occupazione del suolo pubblico sono state precedentemente approvate dagli uffici competenti; veicoli di imprese in servizio per conto di Roma Capitale o per conto di Aziende di sottoservizi che eseguono interventi programmati; veicoli utilizzati per la realizzazione di iniziative promosse o patrocinate da Roma Capitale muniti di apposita documentazione rilasciata dagli Enti competenti; veicoli utilizzati nell’organizzazione di manifestazioni per le quali sono stati in precedenza rilasciati atti concessori di occupazione di suolo pubblico; veicoli dei commercianti ambulanti domenicali, utilizzati solo per motivi di lavoro e nelle tratte da e per il domicilio; veicoli dei sacerdoti e dei ministri utilizzati per lo svolgimento del proprio ministero; veicoli delle Associazione Sportive appartenenti a Federazioni affiliate al CONI con dichiarazione del Presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato; veicoli di coloro che sono tenuti all’ottemperanza di sentenze penali che civili muniti di adeguata attestazione; veicoli utilizzati per interventi d’urgenza da funzionari UNEP e da Ufficiali giudiziari della Corte di Appello di Roma, muniti di apposita certificazione della Presidenza della Corte d’Appello stessa.

caricamento in corso...
caricamento in corso...