100% non vedenti? No, 100% truffatori

12 giugno 2013 ore 14:33, intelligo
di Micaela Del Monte.
100% non vedenti? No, 100% truffatori
40 falsi ciechi (18 donne e 22 uomini) per 1.100 euro al mese di pensione e un totale di 3 milioni e 583 mila euro illecitamente sottratti allo Stato.
Sono questi i numeri della truffa portata avanti da persone dichiarate non vedenti al 100% e che invece vivevano autonomamente e senza nessun tipo di impedimento la propria vita. Era da un anno che i carabinieri, attivi su tutta la provincia della Capitale, osservavano 759 persone beneficiarie di indennità per tentare di scovare i truffatori. Tra questi sono stati trovati i 40 falsi, tra chi leggeva il giornale, guidava, curava il giardino, faceva la spesa o tranquillamente passeggiava per la città senza bastone o accompagnamento. L'ultimo caso è stato quello di un 69enne che con la collaborazione della moglie si fingeva non vedente di fronte ai carabinieri ma nel tragitto da casa alla caserma si comportava tranquillamente come nulla fosse. Quando l'uomo si è recato all'Inps per ritirare la pensione è stato arrestato ed è stato disposto il sequestro preventivo dell'abitazione con successiva confisca per l'equivalente della somma indebitamente percepita negli anni. Insomma, ennesima truffa e tanti soldi sottratti impropriamente. E chi dovrebbe averli di diritto si trova ad avere pensioni ridotte. Ma chi ha il dovere di controllare lo stato fisico prima di deliberare l'invalidità, e quindi concedere la pensione, su cosa si basa quando esamina queste persone? Non sono stati pochi e sono tutt'ora frequenti casi come questi, ma è un fenomeno che con un po' più attenzione, e se realmente si volesse, sarebbe facile arginare. Controlli più attenti e concessioni più attente. La mancanza di questi elementi ad oggi non è solo un problema dell'Inps, ma un po' di tutto il Paese.    
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...