Guidonia choc, tentata rapina: agente spara e uccide malvivente 23enne

12 giugno 2017 ore 13:23, Micaela Del Monte
Un agente ha ucciso un rapinatore e un altro è rimasto ferito. Il conflitto a fuoco si è verificato durante una tentata rapina in strada a Guidonia, vicino a Roma. I due uomini a volto coperto e armati erano scesi da un furgone e si erano avvicinati a un'auto. L'agente ha sparato. Un uomo è morto e l'altro, ferito, è stato trasportato dal 118 in ospedale. Sul posto carabinieri e polizia. A quanto ricostruito dalla polizia, l'agente libero da servizio ha visto un furgone con a bordo persone con i volti coperti da passamontagna e armate: i due dopo aver speronato un'auto hanno tentato di rapinare il conducente. Il poliziotto gli avrebbe intimato l'alt e sarebbe poi nato un conflitto a fuoco durante il quale è stato ucciso un presunto rapinatore. Sulla vicenda indaga la squadra mobile di Roma.

Guidonia choc, tentata rapina: agente spara e uccide malvivente 23enne
COSA E' ACCADUTO -
Intorno alle 9 a Colle Fiorito
una Fiat Punto è stata speronata da un furgone dal quale sono scesi due uomini con il volto coperto da un passamontagna, riferisce Il Messaggero. I due uomini con il volto coperto sembra volessero rapinare il conducente dell’auto che era il dipendente di un supermercato che stava andando a depositare l’incasso (novemila euro in contanti) presso un istituto di credito del quartiere. I due hanno provato più volte a buttare l'automobilista al volante di una Tipo, scelto come preda dell'agguato, fuori strada.  
Ad assistere alla scena un poliziotto libero dal servizio che ha intimato l'alt alla camionetta con sopra i banditi. Ne è nato un conflitto a fuoco in cui ad avere la peggio è stato uno dei rapinatori che è deceduto Emanuele Taormina, 23 anni. L'altro rapinatore, S.B., anche lui italiano, è rimasto ferito ed è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale di Tivoli.  Le indagini ora le ha prese in carico la Squadra Mobile di Roma. Si sta anche cercando di capire se le pistole fossero vere o si trattasse invece di armi giocattolo. Sul luogo della sparatoria è arrivato lo zio del rapinatore ucciso visibilmente sconvolto. "Fatemi vedere mio nipote, voglio vedere il suo corpo", urlava alle forze dell'ordine come riporta Il Messaggero.
caricamento in corso...
caricamento in corso...