Roma, ‘Race for the cure’ contro il tumore al seno è esami gratis, lezioni e sport

12 maggio 2016 ore 12:50, intelligo
di Luciana Palmacci. 

Dal 13 al 15 maggio torna nella Capitale ‘Race for the cure’ la grande maratona contro il tumore al seno. Una corsa che tingerà Roma di rosa: una tre giorni al Circo Massimo per promuovere la prevenzione e l’assistenza sanitaria. 
L’evento avrà inizio venerdì al 'Villaggio della salute', iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli, che offrirà gratuitamente consulenze specialistiche, esami diagnostici, lezioni pratiche e momenti educativi per incoraggiare uno stile di vita sano nel rispetto delle norme di prevenzione, dell'attività fisica e sportiva e di una corretta alimentazione. Il 'Laboratorio della salute della donna' invece avrà lo scopo di offrire a persone socialmente o economicamente svantaggiate, opportunità educative e consulti medici specialistici gratuiti finalizzati alla tutela della salute e alla definizione di strategie personalizzate di prevenzione primaria e secondaria delle principali patologie della donna. In particolare, i consulti verranno offerti oltre che nelle aree dei tumori al seno, in quelle relative ai tumori ginecologici, della pelle, del polmone, del colon e alle patologie della tiroide, del fegato, del sistema cardiovascolare e della nutrizione. 
Roma, ‘Race for the cure’ contro il tumore al seno è esami gratis, lezioni e sport

Il tutto si concluderà domenica 15 maggio con la mezza maratona aperta a tutti, una gara di 5 km che attraverserà il centro storico della Città. Protagoniste della manifestazione le ‘Donne in rosa’, pazienti che stanno affrontando o hanno sconfitto il tumore del seno e che partecipano alla Race for the Cure indossando una speciale maglietta rosa. Con questa testimonianza coraggiosa vogliono sensibilizzare l’opinione pubblica sull'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce e incoraggiare le altre donne che incontrano la malattia a farlo con un atteggiamento più positivo. 
Con i fondi raccolti dalla Race for the Cure 2016, la Komen Italia, ideatore dell’evento, darà avvio a nuovi progetti di educazione, prevenzione e cura del tumore del seno, che si andranno ad aggiungere ai 351 già realizzati grazie alle precedenti edizioni di Roma, Bari, Bologna e Brescia con l’impiego di oltre 2.700.000 euro. Nello specifico, grazie alle quattro edizioni dello scorso anno, la Komen Italia ha realizzato in 15 regioni italiane progetti propri e anche 59 proposti da altrettante associazioni, incidendo concretamente nel tessuto locale e nazionale.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...