Arrivano i moderni "gladiatori" ad occupare l'Arco di Costantino

12 settembre 2013 ore 17:28, intelligo
Arrivano i moderni 'gladiatori' ad occupare l'Arco di Costantino
di Orietta Giorgio. Circa 40 ex vigilantes dell’Istituto dell’Urbe di Roma si arrampicano in cima all’Arco di Costantino per rivendicare i propri diritti. Senza stipendio da settimane, chiedono il rispetto degli impegni assunti dal Comune di Roma. L'unica certezza, invece, per questi lavoratori è la scadenza, il 30 settembre, del contratto a termine con la società Multiservizi, presso la quale hanno svolto il loro lavoro. Sullo striscione posto in cima all’Arco si leggono tre delle parole chiave della rivendicazione in atto:  “Lavoro, diritti, dignità.” Cosa chiedono i manifestanti? Un incontro con il Sindaco di Roma. L’accordo dell’aprile 2013 prevedeva l’assorbimento degli ex vigilantes dell’Ivu all’interno delle partecipate di Roma Capitale. La scadenza del contratto è imminente ed è questa l’unico dato ufficiale noto ai lavoratori in rivolta. L’occupazione del Colosseo nell’agosto del 2009 e quella attuale dell’Arco di Costantino porterà, ai nostri gladiatori, la certezza di un lavoro stabile promesso loro dal Comune? Saranno 146 le famiglie che si ritroveranno senza l’unica fonte di sostentamento che gli ha permesso finora di vivere dignitosamente . Spiega Massimo Fofi, dell' Usb Lavoro Privato: “Si tratta di lavoratori presi in giro da troppo tempo verso i quali sono stati assunti impegni solenni. Speriamo che la nuova amministrazione dimostri un cambio di passo rispetto alla precedente, altrimenti saremo costretti a riprendere la mobilitazione con forme sempre più incisive”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...