Marino ha voluto la bicicletta, ora pedala

13 giugno 2013 ore 13:14, intelligo
Marino ha voluto la bicicletta, ora pedala
Arriva in Campidoglio a bordo della sua (nuova) bici Ignazio Marino, neo sindaco della Capitale. Grande attesa per il suo arrivo nel giorno del passaggio di consegne: un capannello di fotografi e giornalisti, infatti, lo attendeva all'ingresso, dove – per l'occasione -  era stata già montata una nuova rastrelliera per  biciclette.
Ma l'aveva già detto lui, quando ancora era lo sfidante di Alemanno, quando ancora i romani non gli avevano dato il “via libera” per l'ascesa capitolina: ogni giorno sarebbe andato a “lavoro” sulle due ruote ecologiche, per dare l'esempio ai suoi concittadini, per risparmiare sull'auto blu, per ricalcare le usanze dei ministri nordeuropei. Sorride ma è affaticato mentre pedala per gli ultimi metri, quelli che lo separano dall'arrivo al quale segue l'applauso scrosciante del suo staff. Riuscirà davvero il sindaco di Roma e per tutti i giorni dei prossimi cinque anni (condizioni meteorologiche permettendo) ad andare in bici fin sul Colle del Campidoglio? Subito dopo, come da copione, nella piazza di Michelangelo Marino ha incontrato in un tete-a-tete privato il suo predecessore, Gianni Alemanno, qualche attimo prima del passaggio di consegne ufficiale. «Una grande emozione - ha detto il neosindaco parlando con i media - per una persona che è arrivata in questa meravigliosa città da bambino, divenirne il sindaco è un momento molto emozionante. Io mi assumo questa responsabilità con grande umiltà e con l’idea di svolgere un compito a servizio della città, ascoltando i cittadini e partendo dai più deboli».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...