Riconoscere le malattie reumatiche: visite gratuite e nessi col cancro

13 ottobre 2017 ore 10:01, Andrea Barcariol
Si aprirà domani per concluderà il 14 ottobre il V Convegno sugli "Approcci interdisciplinari in reumatologia. Reumatologia e malattie neoplastiche" nelle sala congressuale dell'NH Torino Lingotto Tech. Obiettivo: aumentare la consapevolezza di tutti i cittadini sulle malattie reumatiche è indagare sul possibile nesso tra malattie reumatiche e tumori.

Riconoscere le malattie reumatiche: visite gratuite e nessi col cancro
"La diagnosi precoce è lo strumento che più di tutti ci permette di intervenire tempestivamente sui meccanismi, che, se trascurati, possono degenerare anche in problematiche di tipo oncologico" - spiega il direttore della Reumatologia dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, Enrico Fusaro.
Proprio oggi infatti si celebra la giornata delle malattie reumatiche si celebra in tutti i continenti con lo slogan "Don't Delay Connect Today" perché prendere in tempo queste malattie è l'obiettivo principale.
L'Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare ha programmato per domenica 15 ottobre a Roma in Piazza di Spagna l'allestimento di tre stand tematici, per far comprendere a tutti cosa si prova a 'convivere' con una malattia reumatologica. In programma sempre per domenica 15 ottobre (in piazza San Silvestro) consulti e screening gratuiti per adulti e bambini, grazie alla disponibilità di medici e infermieri di sei ospedali romani, Policlinico Gemelli, Policlinico Umberto I, Ospedale Santo Spirito, Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Ospedale San Camillo Forlanini e Policlinico Campus Bio-Medico.

SINTOMI
Si manifestano con dolori articolari e muscolari che persistono nel tempo, oltre a stanchezza, rigidità e spesso anche disturbi del comportamento come ansia e depressione.

DATI
In Italia sono più di 5milioni i malati reumatici, quasi l'8,5% dei cittadini. In Piemonte sono circa 365.000 di cui circa 190mila nella sola città di Torino. I dati Istat confermano l’aumento di prevalenza delle principali malattie reumatiche (artrite/artrosi, osteoporosi) in rapporto all’età, indipendentemente dal sesso, mentre l’analisi per genere evidenzia che la prevalenza di questi disturbi è maggiore nelle donne rispetto agli uomini (22,1% di artrite/artrosi nelle donne vs 12,1% negli uomini). Tale differenza è ancora più marcata se si considera l’osteoporosi. La distribuzione regionale mostra una prevalenza più elevata in Umbria, Basilicata, Sardegna e Abruzzo, mentre i valori più bassi si riscontrano nelle Province Autonome di Trento e Bolzano.

caricamento in corso...
caricamento in corso...