Effetto omicidio Solomon, sul Lungotevere pulizie e sgomberi con Raggi sul posto

14 luglio 2016 ore 12:23, intelligo
di Luciana Palmacci  

È sgombero sul Lungotevere, precisamente sotto il ponte Fabricio a poca distanza dal punto in cui cadde in acqua lo studente americano Solomon. L'operazione di sgombero e di bonifica dai rifiuti sulle banchine del Tevere, cui hanno preso parte polizia, vigili urbani e Ama è iniziata, e a partecipare è stata anche la sindaca di Roma Virginia Raggi sostenendo che “non ci possono essere baraccopoli né sugli argini del Tevere, né da nessun’altra parte”. 

Effetto omicidio Solomon, sul Lungotevere pulizie e sgomberi con Raggi sul posto
Gli agenti hanno cominciato dal ponte Fabricio, all'altezza dell'isola Tiberina, rimuovendo per primi gli insediamenti abusivi dei senza fissa dimora e punkabbestia che da tempo occupano le sponde del Tevere, ma l'operazione è in procinto di continuare su tutta la riva. Presente sul posto anche l'assessora all'Ambiente Paola Muraro, che ha seguito il blitz iniziato alle 8 di questa mattina. "Bisogna ripristinare la legalità: stiamo dando risposte ai cittadini” ha detto Muraro “stiamo lavorando anche sulle telecamere in prossimità delle zone dei rifiuti. Ma sono i cittadini i primi a dover intervenire" ha concluso. E sull’illuminazione ha continuato la sindaca “convocheremo a breve tutti i presidenti dei Municipi coinvolti e una conferenza dei servizi, perché il Lungotevere dev'essere presidiato anche con attività per i cittadini. Questo è il miglior modo anche di aumentare la sicurezza: renderlo vivo".

Dalla pagina Facebook di Virginia Raggi

 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...