Centri sociali attaccano CasaPound, ferito disabile. Di Stefano contro Pd e Anpi - VIDEO

14 maggio 2016 ore 14:35, intelligo
Momenti di tensione stamattina a Roma, dove un gruppo di estrema sinistra ha attaccato un banchetto elettorale di CasaPound Italia. Tutto è accaduto intorno alle 11.30, quando diverse decine di esponenti dei centri sociali, armati di caschi e bastoni, hanno attaccato un banchetto di CasaPound situato in via Acqua Bullicante, nel quartiere Prenestino. Secondo quanto riportato dal movimento guidato da Gianluca Iannone, “i militanti di Cpi presenti erano in sei e hanno resistito all'aggressione, restando sul luogo del banchetto. Un candidato e un simpatizzante disabile, presenti al banchetto, sono stati portati via in ambulanza. Ferita anche una ragazza. Non si hanno ancora notizie circa le condizioni delle persone ricoverate”. 

Centri sociali attaccano CasaPound, ferito disabile. Di Stefano contro Pd e Anpi - VIDEO
La polizia, dal canto suo, ha parlato di quattro agenti feriti. I membri dell'antifascismo militante, spiega la questura “sono stati contenuti da agenti della polizia di Stato che erano dislocati a tutela dell'attività propagandistica. Quattro operatori di polizia hanno riportato lesioni. I facinorosi hanno sottratto alle forze dell'ordine un fermato”. 

La vicenda è stata commentata anche da Simone Di Stefano, candidato sindaco di CasaPound Italia, che ha puntato il dito contro Pd e Anpi che, ha detto, “stanno creando un clima di tensione attorno al nostro corteo del 21 maggio, tentando di impedirlo in tutti i modi e sostenendo che la presenza di CasaPound a Roma, benché attestata da più di un decennio di radicamento politico e sociale, sia intollerabile. I mandanti politici di questo atto vile sono chiaramente loro. La nostra risposta a questo clima di intolleranza voluto dai soliti noti sarà una campagna elettorale ancora più capillare e decisa”.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...