Scontro in Campidoglio sui migranti (e Buzzi). Raggi al lavoro"

14 ottobre 2016 ore 16:23, Americo Mascarucci
Dibattito infuocato in Campidoglio nel Consiglio comunale straordinario sull'emergenza migranti.
"Dopo lo sgombero della tendopoli di via Cupa sono quasi 150 i transitanti che dormono in strada - racconta Andrea Costa coordinatore degli attivisti del centro sociale Baobab che accoglie i migranti- Abbiamo visto tre giunte, parlato con tre assessori, tre sindaci o facenti funzioni e sembra che nessuno abbia da dare risposte ai migranti transitanti e ai loro diritti". 
Il sindaco Virginia Raggi è riuscita a dare soltanto però generiche rassicurazioni: 
"Oggi non sono in grado di dire quando saranno aperti i luoghi di accoglienza per queste persone, ma lavoriamo perché vengano creati e realizzati affinché questa emergenza possa essere gestita". 
L'attuale assessore ai servizi sociali Laura Baldassarre ha aggiunto: "Come Giunta Raggi ci siamo occupati fin dalle prime ore della situazione dei migranti transitanti, che sono dei migranti che hanno nel loro progetto migratorio quello di andar via dall'Italia e quindi continuare il loro viaggio, per questo il tipo di accoglienza che dobbiamo fornire loro è particolare".
In conclusione l'assessore ha ricordato, a chi ha innalzato critiche e polveroni contro la Giunta Raggi, che "ci siamo incontrati con il Municipio e i volontari e abbiamo creato da subito un tavolo con cui abbiamo cercato di ipotizzare la risposta strutturata".

Scontro in Campidoglio sui migranti (e Buzzi). Raggi al lavoro'
Di fronte alle proteste del Pd che ha accusato la Giunta di non sapere che pesci prendere la Raggi ha replicato: "Prima bastava chiamare Buzzi e i posti si trovavano così. Già nella riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza a luglio su via Cupa si parlava di dove farli andare perché la soluzione di farli stare in strada non va bene né per loro né per i residenti della zona: da lì è partito un tam tam per capire quali centri fossero disponibili ad accoglierli, ma con un'approssimazione che mi ha fatto molto preoccupare, e non per colpa degli uffici", ha detto.
"Purtroppo - ha poi concluso Raggi - non ci sono dati poteri per regolamentare questo fenomeno e noi ci siamo trovati ad affrontare un'emergenza che dipende dall'inerzia delle tante istituzioni".
Il riferimento a Buzzi non è piaciuto dalle parti del Pd: 
"Chiedo alla sindaca di fare delle differenze, perché se è vero che in passato c'era chi chiamava Buzzi direttamente, per quanto mi riguarda ciò non è mai accaduto" attacca l'ex assessore al Sociale della giunta Marino, Francesca Danese. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...