Totonomi per il vice di Ignazio Marino: Pd, Sel o tecnico?

15 luglio 2015, Andrea De Angelis
Il tototemi è finito ormai da un mese, mentre restano "in campo" le telenovele di calciomercato come d'abitudine in ogni mese di luglio. 

Totonomi per il vice di Ignazio Marino: Pd, Sel o tecnico?
C'è però un totonomi che riguarda la politica in questa calda (non solo da un punto di visto meteorologico) estate 2015. Dopo le dimissioni di Luigi Nieri, ex vicesindaco di Roma ed esponente di Sinistra Ecologia e Libertà, occorre riempire la poltrona vacante. 

Un posto a dir poco delicato visto quanto accaduto quest'anno nella capitale. 

Sono due i nomi più letti in queste prime ore: da un lato Matteo Orfini, dall'altro Lorenza Bonaccorsi. 

Il primo, già commissario del Pd a Roma nonché presidente del partito, ha risposto con un "assolutamente no". Orfini ha aggiunto: "Tutti i nomi che sono usciti sono sciocchezze, non abbiamo nemmeno cominciato a discutere dei temi programmatici, figuriamoci di eventuali rimpasti, che non decide il Pd ma eventualmente il sindaco di Roma: sta a lui stabilire se la squadra va innovata o meno".

Il presidente democratico ha anche spiegato che non ci sono tensioni tra il suo partito e Sel: "Come Nieri ha ribadito è una sua scelta personale, che non ha nulla a che fare con i rapporti tra il Pd e Sel, che sono e restano buoni. Sel ha posto temi programmatici importanti su cui è importante discutere insieme".

Sulla stessa linea Bonaccorsi, deputata e presidente dell'assemblea del Pd Lazio. "Non c'è stato nessun contatto, sono fantasie di luglio. Io - precisa - sto facendo la parlamentare, sono membro della segreteria nazionale del Pd, sto facendo quello per cui sono stata eletta e continuerò a fare questo". 

Attenzione poi a Roberto Giachetti. Il vicepresidente della Camera conosce bene Roma e, soprattutto, è vicino a Renzi. Con lui al Campidoglio potrebbero allontanarsi sempre più le elezioni anticipate.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...