Regione Lazio, Lorenzin e Zingaretti vanno nei cantieri del Giubileo

15 luglio 2015, Micaela Del Monte
Regione Lazio, Lorenzin e Zingaretti vanno nei cantieri del Giubileo
Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, hanno visitato stamani i cantieri, dei lavori previsti in occasione del Giubileo, al Pronto soccorso del Dea del policlinico Gemelli, che risorgerà grazie a un finanziamento di quasi 3 milioni, garantito da un’anticipazione del Ministero della Salute dei fondi di 3° fase ex art 20.  

Il tutto al fine di migliorare la gestione del flusso degli accessi al Pronto soccorso (aumentati nel 2014 del 4,8% rispetto all’anno precedente), riconfigurando l’organizzazione degli spazi e del lavoro. Con questo obiettivo il Gemelli di Roma avvia la riqualificazione e l’ampliamento del Dea.

"Il percorso è frutto di una collaborazione tra Regione, Governo e Vaticano – ha spiegato il governatore –. Approfittiamo dell’evento per accelerare alcuni processi di cambiamento sostanziale. A noi spetterà la competenza degli aspetti sanitari. Nel complesso saranno rinnovati 12 pronto soccorso, con 33 mln di euro sbloccati dal ministero. Non si tratta di una riverniciatura, ma rivediamo il modello di accoglienza. Ci sono poi 19 mln di euro della Regione Lazio per l'acquisto di ambulanze e unità mobili, oltre a 800 unità di personale che saranno stabilizzate". 

“Le visite fatte oggi sono per prendere coscienza dell’avvio e dello sviluppo dei cantieri del Giubileo, fondamentali per l’evento ma che in realtà trasformeranno totalmente la qualità dei Pronto soccorso di 12 ospedali romani. Io li visiterò tutti” ha proseguito il presidente della Regione Lazio. 

“Il messaggio importante da lanciare è che da qui a novembre ci sarà una vera e propria rivoluzione dell’accoglienza – ha aggiunto ZingarettiSi va verso l’umanizzazione dei Pronto soccorso che credo una grande Capitale si aspettava da tempo”

Il ministro ha invece spiegato che l’obiettivo primario “è erogare un’assistenza sul livello delle altre capitali europee, valorizzando il nostro sistema sanitario che è tra i primi al mondo. Il Lazio sconta problemi accumulati nel corso degli anni e la rete delle emergenze-urgenze è uno dei nodi principali su cui impegnarsi per invertire la rotta. Il Giubileo è un evento di enorme portata spirituale, ma nostro compito è anche assicurare la migliore assistenza per tutti coloro che arriveranno”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...