Marino ha una panda parcheggiata al Senato e le multe le prendono i romani! Scoppia la polemica

15 ottobre 2014 ore 16:52, intelligo
Marino ha una panda parcheggiata al Senato e le multe le prendono i romani! Scoppia la polemica
Partiamo dalla cronaca della settimana. E cioè da una settimana di verifica, a partire dal 13 settembre, delle nuove disposizioni per il traffico di Roma del sindaco Marino, che diventeranno esecutive lunedì prossimo.
E questo significa che sarà ampliata la mini Ztl (interna a quella del centro storico) del cosiddetto “Tridentino”, dove l'accesso e la sosta sono consentiti soltanto ai titolari di permesso Ztl A1 e alle categorie speciali. Ora toccherà anche all'area tra via Ripetta e passeggiata di Ripetta e la zona compresa tra via della Mercede e via del Tritone. Intanto c'è la polizia municipale a vigilare, fino al 7 gennaio 2015, giorno in cui entreranno in funzione i nuovi varchi elettronici! La nuova Ztl rispetterà questi orari: dalle 6,30 alle 19, dal lunedì al venerdì. E tutte queste novità riguarderanno anche i motocicli. E magari i romani subirebbero tutto questo col sorriso, se non fosse che si scopre ora di un parcheggio insolito al Senato. Riporta La Repubblica: "Trenta senatori appartenenti ai gruppo parlamentari di Ncd, Fi, Movimento Cinque Stelle, Sel, Lega, Popolari per l'Italia, Scelta Civica hanno firmato una lettera inviata al presidente del Senato Piero Grasso per chiedergli di "riconsiderare l'autorizzazione concessa al sindaco di Roma, Ignazio Marino, a parcheggiare la propria autovettura nell'area riservata alla sosta delle auto dei senatori in carica". Il permesso è stato fatto "per favorire il parcheggio in un'area sorvegliata, dopo che la vettura di Marino aveva subito per mano di ignoti danneggiamenti". Il provvedimento, ha ribadito anche oggi il Campidoglio, "era stato preso dalla Prefettura di Roma in seguito agli atti vandalici di cui la vettura era stata bersaglio da parte di ignoti". Era così intervenuta "affinché la stessa automobile potesse essere parcheggiata in luogo vigilato". Il privilegio concesso a Marino e alla sua Panda rossa, concludono i senatori nella lettera, risulta "incomprensibile ed impopolare, in una città in cui sono appena state abolite molte agevolazioni sulla sosta tariffaria con un inevitabile aggravio degli oneri a carico dei cittadini".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...