L'uomo che ha torturato e bruciato un cane a villa Ada è già libero

16 dicembre 2013 ore 18:06, Andrea De Angelis
L'uomo che ha torturato e bruciato un cane a villa Ada è già libero
Ha torturato un Jack Russell spezzandogli le zampe, colpendo al muso più volte, conficcandogli un palo su un fianco e bruciandolo vivo.Un'atrocità di tale portata da risultare davvero difficile da raccontare, e che ha spinto le forze dell'ordine a ricercarne l'autore per quattro giorni, fino al fermo di questa mattina. Si tratta di un uomo di 47 anni che abita nella zona sud della capitale. Il "mostro" di villa Ada era già noto alla Polizia per dei precedenti, ma anche questa volta, legge alla mano, se la è cavata (per il momento) senza particolari patemi d'animo: è stato infatti denunciato in stato di libertà per uccisione di animale (articolo 544 bis del codice penale), per accensione di fuochi pericolosi e per detenzione di armi non convenzionali. Di fatto è stato ritenuto che non sussista pericolo di reiterazione, di compromissione delle prove o di fuga.  
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...