Tweet Sondaggio, "Fori Imperiali chiusi": dite la vostra!

16 luglio 2013 ore 12:07, intelligo
Tweet Sondaggio, 'Fori Imperiali chiusi': dite la vostra!
di Andrea De Angelis E voi, lettori di IntelligoNews, cosa ne pensate? Siete d’accordo con il sindaco Marino, o vi schierate dalla parte dei negozianti? Credete che il turismo potrà crescere o ne risulterà penalizzato? Temete lunghe code in automobile, o siete pronti a prendere la bicicletta ed indossare un paio di comode scarpe? “Vogliamo procedere, entro i primi cento giorni di mandato, alla chiusura al traffico ed alla pedonalizzazione del tratto di via dei Fori Imperiali compreso tra via Cavour, angolo Largo Corrado Ricci, e piazza del Colosseo. Dopo l’intervento, lungo quel tratto di via dei Fori Imperiali transiteranno solo mezzi di trasporto pubblico, pedoni e biciclette”. Così iniziava il progetto di pedonalizzazione dei Fori Imperiali presentato dalla Lista Civica Marino durante la recente campagna elettorale per il Campidoglio. Un’iniziativa che, stando agli ultimi accadimenti, sembra non dover rimanere sulla carta. Partirà infatti dal 30 luglio lo stop alle auto ed alle moto private su via dei Fori Imperiali, nel tratto da largo Corrado Ricci a piazza del Colosseo. Qui potranno transitare solo i mezzi di trasporto pubblico, con l’istituzione di un limite di velocità di 30 km/h. Poi, tra dicembre e gennaio 2014, è previsto  l’allargamento dell’attuale marciapiede e la costruzione di una pista ciclabile che proseguirà fino al parco di Colle Oppio. “Per noi è importante far capire alle romane e ai romani – ha affermato Marino nella conferenza stampa della scorsa settimana – che non stiamo parlando di un semplice piano di cambiamenti dei sensi unici o dei semafori, ma di un progetto di grandissimo orgoglio per la Capitale che vuole avviare la realizzazione del parco archeologico più grande di tutto il pianeta. Non è una semplice modifica alla mobilità urbana, ma un progetto che porterà a nuove scoperte archeologiche. Un simbolo che – ha concluso il Sindaco – rappresenta il primo passo verso la rinascita di Roma”. Non tutti, però, sono d’accordo con il primo cittadino. Diversi negozianti, ad esempio, temono che le strade interessate dal mutamento diventino troppo intasate, così da allontanare i turisti dalle attività commerciali. C’è poi chi parla di un “intervento a metà”, che di fatto non renderà l’area del tutto pedonale, ed ancora si alza la voce degli albergatori contro il possibile divieto di transito ai bus turistici. Infine la richiesta di piste ciclabili all’avanguardia è sempre più pressante...    
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...