Primo Maggio 'internazionale': primo sì dagli Skunk Anansie e nuove promesse italiane

16 marzo 2016 ore 12:48, Adriano Scianca
Primo Maggio 'internazionale': primo sì dagli Skunk Anansie e nuove promesse italiane
Il “Concertone” del Primo Maggio torna ad ospitare un'importante band straniera. Il tradizionale evento musicale organizzato dai sindacati vedrà quest'anno in piazza San Giovanni, a Roma, gli Skunk Anansie. La band inglese ha da poco pubblicato il sesto album di inediti Anarchytecture. Per Skin, la vulcanica voce della band, si tratta di un ritorno in Italia, stavolta nelle vesti che le sono più congeniali, quelle di musicista, dopo la parentesi televisiva che l'ha vista giudice di "X-Factor". Il gruppo britannico non sarà l'unico ad animare la festa dei lavoratori: in scena anche Asian Dub Foundation, il gruppo britannico di musica elettronica formato da componenti di origine asiatica e che ha sonorità che mescolano generi di tutto il mondo.

Come da tradizione – ci avevano scherzato su pure Elio e le storie tese in un celebre brano-parodia del Concertone – non mancherà anche la musica balcanica, con i bosniaci Dubioza Kolektiv. E ancora: il folk d’autore dei Modena City Ramblers che andranno in scena insieme alla Fanfara di Tirana, il rap d'autore di Coez e la band emergente The Giornalisti. In forse Cristiano De André, Bandabardò e Marlene Kuntz. Conduzione e altri nomi del cast verranno svelati nei prossimi giorni. Il Concertone di Piazza San Giovanni dal 1990 raduna nel giorno della Festa dei Lavoratori migliaia di spettatori in una delle piazze più importanti della capitale, per una maratona di circa 8 ore di musica. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...