Allarme parcheggi, parlano i romani: "Marino non conosce la città, il 17 invaderemo il Tridente"

16 ottobre 2014 ore 10:53, Micaela Del Monte
Daniela C. ha un negozio in via del Corso (verso piazza del Popolo) e anche lei, come tanti altri romani, la mattina va a lavoro in motorino. Ma ancora per poco, visto che a breve sarà costretta a lasciarlo a casa perché il sindaco Ignazio Marino ha deciso di pedonalizzare interamente il centro aggiungendo dei varchi per bloccare l'accesso non più solo alle auto, ma anche alle due ruote.  
Allarme parcheggi, parlano i romani: 'Marino non conosce la città, il 17 invaderemo il Tridente'
  Daniela, come tanti altri, non ci sta, e a IntelligoNews ha spiegato il perché: "Credo seriamente sia una stupidaggine e ovviamente non approvo la decisione di vietare l'accesso al centro ai motorini. Sinceramente non ne trovo il senso, anche perché, le alternative per raggiungere queste zone non sono molte soprattutto per chi viene da quartieri di Roma collegati male. C'è da dire che è stata fatta un'informazione totalmente sbagliata: chi non si informa e non approfondisce su quali sono realmente le zone interessate si fa prendere dall'ansia e rinuncia ad avvicinarsi al centro. Questa comunicazione superficiale provoca un allarmismo eccessivo che non fa altro che penalizzare noi commercianti. La gente così non si avvicina più, ma le cose non stanno veramente come raccontano. In realtà le strade chiuse sono solo alcune, come ad esempio via di Ripetta, il problema quindi è un altro, ovvero quello dei parcheggi, perché il rischio è che chi riesce ad accedere al centro, tramite strade alternative, rischia di pagare multe salate o addirittura di vedersi rimuovere il mezzo. Ma non solo, perché ovviamente togliendo i parcheggi si rischia che i motorini vengano parcheggiati sui marciapiedi e, in una condizione di decoro pubblico già abbastanza precaria, si rischierebbe così il caos più totale. Tutto questo succede poi perché Marino non sa realmente che cosa significa vivere e lavorare a Roma, soprattutto in centro. A lui non interessa, gira in bicicletta, ma forse non capisce che per molti arrivare qui con quel mezzo è una cosa impossibile. Finché si tratta di automobili sono d'accordo, è una cosa anche logica. Ma i motocicli che problemi creano? Comunque ci stiamo muovendo per far sì che le cose cambino, il 17 ottobre (alle 17:30) infatti ci sarà un incontro di protesta contro la delibera di Marino. L'appuntamento è al varco di accesso all'Ara Pacis per entrare tutti insieme con i nostri mezzi per invadere il Tridente, ci auguriamo che partecipino in tanti perché crediamo profondamente che sia una soluzione inutile e che non fa altro che danneggiarci". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...