Nazi-buonismo. La droga uccide ma pensano al loro bene. A Roma è boom di morti

16 ottobre 2014 ore 10:25, intelligo
Nazi-buonismo. La droga uccide ma pensano al loro bene. A Roma è boom di morti
A Roma in aumento le morti per droga. A lanciare l’allarme è Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera che cita i dati del Viminale.
“Mentre la sinistra anche in Parlamento, propone la legalizzazione della cannabis, a Roma, secondo i dati del ministero dell’Interno per l’annualità 2013, in riferimento al 2012, si è registrata un’impennata del 35,7% del numero di decessi per assunzione diretta di sostanze stupefacenti: le vittime della droga sono state 38”. Per il parlamentare di FdI “la riduzione a zero euro del bilancio dell’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze ha portato alla chiusura del 70% dei servizi introdotti con il Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino ed al mancato aggiornamento delle risposte da dare alla cittadinanza, in materia di prevenzione, cura e reinserimento socio-lavorativo, oltre alla promozione degli stili di vita sani, determinando, così, l’aumento della gravità del “problema droga” e l'aumento dei reati di micro criminalità”. Nonostante ciò Roma continua ad essere la città metropolitana dove si muore di meno “grazie all’effetto coda di quello che è stato fatto nel quadriennio precedente. Infatti, nel quinquennio 2009-2013 il ministero dell’Interno registra un vistoso calo di morti dirette per droga rispetto al periodo 2005- 2008: l’inversione di tendenza delle politiche per le tossicodipendenze ha fatto crollare il numero dei decessi del 42,9%, da 273 a 156 per un totale di 117 vite salvate”. Rampelli punta l’indice contro il sindaco Marino che tace agli “appelli sull’Agenzia. Un comportamento che dimostra come l’esperienza amministrativa della sinistra in Campidoglio sia fallimentare come quella del governo Renzi a livello nazionale che ha portato alla alla revisione della legge Fini Giovanardi a tutto vantaggio delle politiche di riduzione del danno, in barba al valore della persona e della libertà dalle droghe”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...