La Kyenge? Ce ne sono due. Un fake impazza su twitter e fa ridere tutti

16 settembre 2013 ore 16:55, intelligo
di Giuseppe Tetto
La Kyenge? Ce ne sono due. Un fake impazza su twitter e fa ridere tutti
Non trova pace la povera ministra Kyenge, che ora deve fare i conti con il lato sacrilego e impietoso del web.
Da qualche giorno, infatti, sta impazzando lo sfottò della rete, dopo il suo placet sulla proposta della consigliera, delegata ai Diritti civili del comune di Venezia, Camilla Seibezzi, di sostituire nella modulistica scolastica i termini “madre e padre" con "genitore 1" e "genitore 2". «Mi sono sempre battuta per le pari opportunità, se questa è una proposta che le rafforza, mi trova d’accordo» ha detto la Kyenge.
Un’affermazione che però il popolo dei naviganti non ha proprio digerito. Non ci è voluto molto per veder nascere su twitter un profilo “fake”  dei sedicenti “genitori 1e2”, dove le prese in giro al ministro Kyenge hanno trovato immediato terreno fertile. E di tweet in tweet l’ironia ha dilagato: «Quindi saremo “genitore 1”, “figlio 3”, “cugino 6”… Come dei taxi qualsiasi». Oppure: «“Genitore 1”, “genitore 2” e “genitore X” in caso tu sia biondo e tuo figlio mulatto». Ma queste battute sono solo un piccolo  assaggio.
Per farsi quattro risate leggete qui sotto, è davvero tempestato di sarcasmo, a volte anche geniale.
Per onor di cronaca è però giusto ricordare che, prima del web, a insorgere contro il ministro dell’Integrazione, ci hanno pensato i nemici giurati del Carroccio. Matteo Salvini ha dichiarato che la Kyenge «è da ricoverare, deve farsi curare. Lei e tutti quelli che la pensano come lei». Poi ha aggiunto: «Non so se ridere o piangere, è la fine di tutto. Se fanno paura le parole sacre come mamma o papà vuol dire che la società si sta auto-distruggendo. È demenziale questa cosa partita da una consigliera di Venezia che deve cambiare mestiere. Sicuramente dove c’è un sindaco della Lega non passerà. La società si sta suicidando».Comunque andranno a finire le cose, sembra proprio che ogni dichiarazione della Kyenge riesca sempre a far discutere. Che debba farsi consigliare da qualche “genitore 1 o 2” con un po' di esperienza in campo di ascolto, per trovare il giusto modo di porsi?
   
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...