Tagliavanti alla CCIAA Roma già alle prese con le polemiche: "Leadership non condivisa"

16 settembre 2015, Marta Moriconi
Tagliavanti alla CCIAA Roma già alle prese con le polemiche: 'Leadership non condivisa'
Tagliavanti, ma lo vogliono rimandare indietro sarebbe il caso di dire... «Ho letto con attenzione le dichiarazioni del dott. Stirpe e del dott. Cerra riportate dalle agenzie stampa stamane

Mi limito a ribadire solo un concetto semplice e chiaro: la Camera di Commercio di Roma è un'Istituzione al cui interno esistono degli organi, come il Consiglio e la Giunta, dove ci si può e ci si deve confrontare. Decidere di non partecipare è una scelta sbagliata, perché non ci si può sottrarre dalle responsabilità». Risponde così alle polemiche Lorenzo Tagliavanti che ribatte alle dichiarazioni del presidente di Confcommercio Roma, Rosario Cerra e del presidente di Unindustria, Maurizio Stirpe sulla sua "leadership non condivisa, che non esprime un programma condiviso, opera in conflitto di interessi».

Ma Tagliavanti già guarda in prospettiva e si prepara a sostenere alcuni segnali positivi che vengono dall'economia: «Finalmente si intravvedono alcuni segnali di ripresa economica, come dimostra lo studio presentato oggi da Federlazio, ed è quindi quanto mai necessario lavorare sodo per consolidarli. Viviamo un momento molto difficile, dovremmo rimboccarci tutti le maniche anche in vista di eventi importantissimi come il Giubileo della Misericordia».

Per lui, che tagli corto una volta risposto alle critiche, contano "responsabilità ed equilibrio. Una classe dirigente è all'altezza del ruolo che è chiamata ad assumere solo quando adotta uno stile sobrio, responsabile e ispirato da un sincero spirito costruttivo". 

Quindi ribadisce "con forza, l'onere e l'onore di governare la Camera di Commercio di Roma, la più grande d'Italia, nel rispetto della volontà della grande maggioranza che mi ha votato e nel solo interesse delle oltre 470mila imprese del territorio".


caricamento in corso...
caricamento in corso...