Stadio della Roma: salta la maggioranza di nuovo, Marino resta solo

17 dicembre 2014 ore 14:45, Marta Moriconi

stadioNEW-kTLE-U430101240360926R0B-593x443@Corriere-Web-RomaSalta la maggioranza che sostiene Marino nella costruzione dello stadio della Roma. Anche oggi, infatti, è caduto il numero legale durante la discussione sullo stadio, il sindaco nonostante i suoi proclami non avrebbe più una maggioranza che lo sostiene. E lo attaccano Dario Rossin e Giordano Tredicine.

"È impossibile continuare in questa maniera, si vada subito al voto e finisca questa agonia per Roma", dice il primo, consigliere capitolino di Forza Italia che ha commentato la giornata di oggi così.

"È inaccettabile questa impasse che blocca la Capitale su un'opera di tale portata e rilevanza - ha aggiunto  il secondo, capogruppo capitolino Pdl - con un Pd dall'atteggiamento pilatesco ormai incapace di reggersi sulle proprie gambe. Marino stacchi la spina una volta per tutte a questa amministrazione". 

E c'è anche Federico Rocca responsabile enti locali Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale che parla degli atteggiamenti assunti dalla maggioranza di centrosinistra in questi due giorni in merito alla delibera sullo stadio della Roma, da cui si evincerebbe per lui "che non è tutto apposto come Marino voleva far credere. A questo punto la maggioranza ha l'obbligo di dire con chiarezza qual'è la posizione in merito allo stadio, evitando giochini e giochetti tra numero legale, seconda convocazione o altro, soprattutto alla luce delle recenti dichiarazioni del Presidente della Roma James Pallotta sulla presunta presenza di qualcuno che bloccava il progetto in Campidoglio e che ora non ci sarebbe più.  Marino e i suoi hanno la responsabilità di sgombrare il campo da qualsiasi dubbio" .

Marino, Marino, Marino ti voglion al più presto spostar...

caricamento in corso...
caricamento in corso...