Dello Russo (Fi): "A Roma con il modello cooperativo Forza Italia farà rete"

17 maggio 2016 ore 16:22, Andrea De Angelis
Il collegamento tra mondo del lavoro e politica è possibile e se sì quanto? Le cooperative in che modo possono aiutare la capitale italiana? Queste ed altre domande IntelligoNews ha posto all'avvocato Lucia Dello Russo, responsabile dell'Ufficio Legale e Legislativo dell'Unione Italiana Cooperative e candidata alle prossime elezioni romane per la lista Forza Italia per Marchini sindaco...

Da dove nasce la sua candidatura, il suo impegno per la città di Roma?
"Nasce dalla mia esperienza lavorativa in Un.i.coop., come responsabile dell'Ufficio Legale e Legislativo nonché del Dipartimento delle Politiche Sociali e Cooperazione Donna. Ho potuto così affrontare i reali problemi delle piccole e medie imprese, delle lavoratrici e dei lavoratori scontrandomi purtroppo con le inefficienze organizzative e gestionali delle amministrazioni".

Il mondo delle cooperative in che modo può aiutare Roma, la sinergia è possibile? 
"Il modello cooperativo può rispondere concretamente alla reale necessità di creazione di posti di lavoro e più in generale di nuovi modelli di lavoro e produzione, se inserito in un contesto di rete regolato e trasparente. Un contesto finalizzato allo sviluppo dell'economia sociale e solidale. Quindi la domanda potrebbe essere la seguente: in che modo le istituzioni possono intervenire a livello locale affinché le cooperative siano messe in condizione di aiutare la capitale?". 

Dello Russo (Fi): 'A Roma con il modello cooperativo Forza Italia farà rete'
In che modo dunque?
"Attraverso la creazione di una rete, la cosiddetta welfare community, che sproni istituzioni e cittadini, sindacati e associazioni di categoria e imprese, fondazioni e organizzazioni del terzo settore a sperimentare nuove soluzioni mutualistiche, nonché processi e servizi in grado di rispondere in modo più efficace ai bisogni della società civile". 

Che idea ha a tal proposito?
"Quella di valorizzare in un sistema integrato e regolamentato le potenzialità delle imprese cooperative per la realizzazione di nuovi servizi e interventi volti al miglioramento della qualità della vita delle persone e al soddisfacimento dei bisogni della collettività. Ricordando di traslare su scala organizzativa più ampia il modello mutualistico come strumento di protezione sociale per il mantenimento di un welfare inclusivo".

Quali azioni concrete servono per ottenere simili risultati?
"Occorrono azioni mirate ed efficaci quali la creazioni di centri di audit con funzioni di coordinamento territoriale, il recupero e la centralizzazione di iniziative e risorse, nonché protocolli di intervento condiviso e la loro efficacia organizzativa sul territorio. Tutto ciò non potrà che avere benefiche ricadute sulla collettività nonché sui partecipanti di rete in termini di visibilità, accesso ai finanziamenti, agevolazioni e garanzia di operare in un contesto regolato e trasparente". 

A chi dice che collegare il mondo del lavoro con la politica non è poi così semplice lei come risponde?
"Ritengo che il collegamento sia quanto mai necessario in un momento in cui la politica si è distaccata dalla società civile, con evidenti effetti in termini di disinteresse e conseguente astensionismo alle urne. Soltanto chi partecipa attivamente al rilancio delle attività produttive può dare il suo contributo reale a una politica operativa e non burocratica. Chi proviene dal mondo del lavoro è maggiormente in grado di catalogare i bisogni collettivi affrontando nuove idee di sviluppo sociale perché riscontrate in prima persona". 

Oggi Forza Italia chi rappresenta? Quale blocco sociale?
"Forza Italia oggi è un partito in rinnovamento che dà spazio e voce a nuove espressioni della società civile che andranno a sostituire, mi auguro, chi ha scelto di fare della politica il proprio lavoro. Noi ci rivolgiamo a persone che fanno parte della società civile, che rappresentano il mondo imprenditoriale e che hanno acquisito esperienze tali da riversarle in nuove progettualità e sviluppo dell'occupazione nell'ambito della rete che le dicevo". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...