Festa del Cinema, è Jovanotti show: amante di Fellini, quanto "mi piace"

17 ottobre 2016 ore 11:14, Andrea Barcariol
L'ingresso non sembra quello di un fresco cinquantenne. Jovanotti si presenta alla Festa del Cinema di Roma saltando sul red carpet e arrampicandosi sulle balaustre dell’Auditorium, come una giovane rockstar. Saluti e autografi ai fan, poi l'incontro con direttore artistico Antonio Monda nella sala Sinopoli (oltre 1.100 posti) totalmente gremita con la presenza del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. «Dalla lista che sto per presentarvi mancano tanti nomi importanti, da Steven Spielberg a Vittorio De Sica, da Roberto Benigni a Akira Kurosawa. Prendetela così com’è, non è fatta da un cinefilo, ma da un ragazzo che ama il cinema» - spiega Lorenzo con modestia. Tra le scene preferite c'è il duello tra Uma Thurman e Daryl Hannah in Kill Bill, ma soprattutto i Blues Brothers che ballano scatenati con Ray Charles alla tastiera, inserita, insieme ad altre 14, nell’elenco delle sue preferite. «Quando l’ho vista per la prima volta ho sentito una gran botta. Mi piace quando ho l’impressione che su un set ci sia gioia. Landis mette in tutte scene tantissimi dettagli».  
 
Festa del Cinema, è Jovanotti show: amante di Fellini, quanto 'mi piace'
Tra gli attori preferiti Bud Spencer «Somigliava a mio padre burbero, mi riconciliava con lui», Francesco Nuti «L’ho conosciuto anni fa, io ero un ragazzino e lui era molto gentile, ma nei suoi occhi leggevo qualcosa di struggente, solo dopo ho saputo che soffriva per problemi di alcolismo» e John Travolta:  «Vidi La Febbre del sabato sera illegalmente, sono riuscito a entrare perché ero più alto della media, è stata un’epifania musicale». Tra i registi più amati Fellini su tutti, poi Truffaut, e Scorsese. Chiusura sul Nobel a Bob Dylan «favorevolissimo, ma questo non significa dare un premio alla musica pop ma solo a lui Bob Dylan».

caricamento in corso...
caricamento in corso...