Lazio, dai papabili presidenti del centro-destra all'incognita Mdp per Zingaretti

17 ottobre 2017 ore 12:59, intelligo
Si avvicina l'appuntamento con le elezioni regionali del Lazio, la cui legge elettorale tornerà in Aula per essere discussa, il prossimo 23 ottobre. La proposta di legge n. 372 del 17 marzo 2017, ad oggi all’esame della prima commissione, è stata calendarizzata su tre sedute: il 23, 24 e 25 ottobre. Nel centro-destra, non solo Pirozzi e Giro tra i papabili alla presidenza

Lazio, dai papabili presidenti del centro-destra all'incognita Mdp per Zingaretti
I CANDIDATI
I nomi previsti per il centro destra alla candidatura di presidente regionale, al momento, sono quelli di Sergio Pirozzi - sindaco di Amatrice, paladino della rinascita morale della propria città, martoriata dal sisma del 24 agosto 2016, che però glissa sulla propria candidatura: "io candidato alla Regione? Deciderà la gente" -, Francesco Giro - ex Sottosegretario ai Beni Culturali del quarto governo Berlusconi. Deputato dal 2006, e un passato come consigliere regionale tra le fila di Forza Italia -, Fabio Rampelli - politico di lungo corso. Anima della destra conservatrice di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale. Deputato dal 2005. Un trascorso militante alle spalle, prima con il Fronte della Gioventù, poi con il Msi-Dn, tra le cui fila venne eletto consigliere comunale di Roma -, Paolo Barelli - Presidente della Federazione Nuoto e senatore Fi. Riconducibile, secondo fonti politiche esperte di correnti, all'area Tajani. Nel 2001 è stato eletto senatore della Repubblica nella circoscrizione Lazio in Forza Italia, di cui è divenuto vice capogruppo. Riconfermato nel 2006 in FI e nel 2008 nella lista del Popolo delle Libertà quando diviene vice presidente della commissione Beni culturali, istruzione e sport fino al 2013 -, . Il tavolo delle candidature è previsto successivamente alle elezioni siciliane. Il presidente Nicola Zingaretti, nel frattempo, dalla settimana prossima si metterà al sicuro da possibili rotture nazionali tra Pd e Mdp, modificando la legge in modo che le soglie di sbarramento obblighino i bersaniani a stare con lui.

L'ATTUALE LEGGE ELETTORALE DEL LAZIO
Il sistema elettorale, nella Regione Lazio, prevede è un sistema misto. L'80% dei consiglieri assegnati è eletto con sistema proporzionale sulla base di liste circoscrizionali concorrenti, e il 20% è eletto con sistema maggioritario, insieme con il Presidente della Regione, sulla base di liste regionali.

di Emanuele Ricucci
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...