Operazione Vitruvio: nuovo arresto per corruzione a Fiumicino

17 settembre 2015, Luca Lippi
Operazione Vitruvio: nuovo arresto per corruzione a Fiumicino
Dopo una breve pausa per quanto riguarda gli sviluppi, preceduta dall’ondata di arresti del gennaio ultimo scorso, l’operazione Vitruvio mette a segno un altro colpo;  gli uomini della Guardia di Finanza (Nucleo speciale anticorruzione) hanno arrestato ieri sera, all’aeroporto di Fiumicino, l’imprenditore romano Andrea Dionigi.

L’operazione Vitruvio nasce nel 2013 e col braccio operativo del Nucleo speciale anticorruzione della GdF già sono state assicurate alla disponibilità della magistratura inquirente 6 persone destinatarie di custodia cautelare in carcere presso la casa circondariale di Regina Coeli su richiesta del gip Anna Maria Gavoni, mentre 16 sono state colpite da arresti domiciliari.

L’operazione prende il nome dall’architetto e scrittore latino Marco Vitruvio Pollio (I sec. a.C) considerato il più famoso teorico dell’architettura di tutti i tempi.

Ieri, l’imprenditore romano Andrea Dionigi dopo un breve periodo di latitanza trascorso a Tenerife (Canarie)  è stato preso in custodia dagli uomini del Nsa all’aeroporto di Fiumicino.

L’addebito contestatogli è corruzione. Numerosi imprenditori erano costretti a interfacciarsi con molteplici funzionari corrotti, pagando tangenti dai 1000 ai 1500 euro per ottenere le autorizzazioni necessarie per i propri cantieri relativi ad allacci fognari e altre attività connesse all’edilizia . Le mazzette venivano pagate inoltre per rinnovare permessi e certificati inerenti alla conclusione dei lavori.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...