A Villa Borghese la musica è dolce con 100.000 api al pianoforte

17 settembre 2015, intelligo
A Villa Borghese la musica è dolce con 100.000 api al pianoforte
Un concerto con un pianista d'eccezione. Anzi con 100mila pianisti decisamente particolari. Stiamo parlando dell'installazione “Music for the Queen” dell’artista Alessandro Librio, un’opera sonora eseguita da uno sciame di api, che verrà presentata al pubblico dal 18 al 20 settembre al Parco dei Daini di Villa Borghese a Roma, in occasione della manifestazione “La Conserva della Neve”.

Posta al centro di un labirinto botanico, composto da piante mellifere, progettato dall’architetto paesaggista Francesco Fornai, l’opera di Librio fa parte di un ciclo iniziato l’anno scorso con "Studio n. 1", un’installazione audio-visiva. L'opera è documentata da due fotografie al collodio umido che inquadrano un pianoforte, immerso in un paesaggio naturale, le cui corde scoperte sono “suonate” da uno sciame di api attraverso le vibrazioni per “simpatia”, fenomeno acustico presente in natura.

Il motivo? Le api rappresentano i più importanti difensori della biodiversità vegetale. Infatti, raccogliendo il nettare dai fiori, esse trasportano il polline su piante diverse assicurandone l'impollinazione incrociata. In che modo riescano a compiere il loro lavoro e allo stesso tempo suonare un pianoforte resta un mistero che il pubblico della mostra potrà capire solo assistendo all'istallazione sonora, dimostrazione che arte e natura non sono poi così distanti.

Nei tre giorni di apertura in cui verrà esposta l'installazione, musicisti e performers, tra cui Ornella Cerniglia, Giuseppe Burgarella, Matteo Gallesi, Lelio Giannetto, provvisti di apposite tute da apicoltore, interagiranno con l’installazione, realizzando due happenings al giorno, alle ore 11 e alle 15. L’ultimo giorno lo stesso artista, Alessandro Librio, ha ideato una performance basata sul testo, "Nine Lectures on Bees".



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...