U2, "secondary ticketing" caso politico: Forza Italia chiede l'intervento di Gentiloni

18 gennaio 2017 ore 10:05, Micaela Del Monte
Il nuovo caso di bagarinaggio online legato al concerto romano degli U2 del prossimo 15 luglio è diventato anche una questione politica. Dopo le polemiche legate alla scomparsa in pochissimi minuti dei tagliandi della band di Dublino Elvira Savino, esponente di Forza Italia, ha chiamato in causa il Governo con una nota:

U2, 'secondary ticketing' caso politico: Forza Italia chiede l'intervento di Gentiloni
“Deve intervenire per tutelare i consumatori e cercare di arginare gli affari dei furbetti del botteghino, quelli che rivendono i biglietti di spettacoli e concerti ad un prezzo enormemente più alto di quello ufficiale di vendita”,
spiega Savino, che sta preparando un’interrogazione sul tema. Sui biglietti del concerto del 15 luglio allo Stadio Olimpico, in cui gli U2 celebreranno i 30 anni di The Joshua Tree è intervenuta anche la Siae che ha presentato un ricorso d’urgenza al Tribunale Civile di Roma “per tutelare sia i diritti dei propri associati che i consumatori che si ritrovano a pagare anche fino a 10 volte in più i ticket di ingresso sul mercato parallelo”. Prima ancora che terminasse la vendita dei biglietti online, infatti, i ticket erano disponibili nel circuito del cosiddetto “secondary ticketing”, offerti a cifre di molto superiori al prezzo originario, esattamente come accadde con i Coldplay.
caricamento in corso...
caricamento in corso...