Muore cadendo da una balconata, si attendono gli esami tossicologici

18 maggio 2015, Micaela Del Monte
Muore cadendo da una balconata, si attendono gli esami tossicologici
Si chiamava Stefano Salvatori ed era il figlio che ogni genitore vorrebbe avere. Un ragazzo d'oro che tra gli scout e gli amici riusciva anche ad andare bene a scuola.

Stefano aveva 17 anni e tutti a Castel San Pietro, in provincia di Roma, lo conoscevano per la sua bontà e simpatia.

Sabato sera il ragazzo si trovava ai giardini Barberini di Palestrina con la ragazza ed alcuni amici e intorno alle 22 l'incidente. Per uno stupido gioco, un attimo fatale, Stefano si è sporto troppo da una balconata ed è caduto. Un volo di 6 metri che non ha lasciato il 17enne che è stato subito portato in ospedale di Palestrina, ma che poche ore dopo è deceduto a causa dei traumi riportati.

Muore cadendo da una balconata, si attendono gli esami tossicologici
Alla mezzanotte e 48, la triste notizia: Stefano non ce l'ha fatta. I compagni di scuola, chi era negli scout con lui, gli amici di Palestrina, di Cave, di Genazzano, in tanti sono rimasti increduli con gli occhi pieni di lacrime di fronte all'accaduto.  Ora sulla banconata da dove è precipitato quel ragazzo che tutti amavano gli amici hanno appeso uno striscione: "Buon viaggio Stè". Sul luogo dello schianto, mazzi di rose bianche. E altre scritte: "Fratè saria sempre con noi", "Che la terra ti sia lieve. Bella fratè". 

Nella notte sul posto, oltre alle ambulanze del 118, sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Palestrina diretti dal capitano Arcangelo Maiello che hanno ascoltato i testimoni. Ai carabinieri gli amici che erano con lui hanno raccontato: "Stavamo solo giocando, lui si è sbilanciato ed è caduto".

Per accertamenti e per non lasciare nulla al caso la salma di Stefano è stata trasferita al policlinico Tor Vergata di Roma per l’autopsia e gli esami tossicologici, per ora non è esclusa nessuna pista.
caricamento in corso...
caricamento in corso...