Pd: lo vedi ecco Marino

18 marzo 2013 ore 14:37, intelligo
Pd: lo vedi ecco Marino
In casa Pd acque molto agitate. Tutto come previsto. Oggi, giornata decisiva per le primarie del centro sinistra a sindaco di Roma, è arrivata l'ufficializzazione della discesa in campo di Ignazio Marino. E dentro il partito danno per scontata la vittoria dell'ex senatore (le primarie, secondo spifferi interni sarebbero ormai solo una fiction).  Tramontano, quindi, le quotazioni di un’acquisizione esterna di Alfio Marchini, il costruttore che, in prima battuta, avrebbe preferito “battere” altre strade: il grande centro montiano che strizzava l’occhio a sinistra, alleato dell’Udc. Ma considerando gli esiti numerici delle ultime politiche e regionali, Marchini ha cambiato strategia e ha bussato direttamente al Pd. Trovando molte porte chiuse. A questo punto, con Marino che incombe, al costruttore non resta che tentare ancora nuove possibilità: società civile, andando a collidere con Umberto Croppi e la sua città “perbene”. A provarlo, quanto hanno detto i collaboratori dell'imprenditore che hanno presentato 4100 firme precisando: «La consegna non determina la sua effettiva candidatura nodo che scioglierà personalmente lui nel pomeriggio». E va male anche agli altri, perchè il dottor Marino è un “big” pesante e molto ostico da vincere. Sassoli, Marroni, Gentiloni, Prestipino, Azuni, Nieri e Di Tommaso ne sanno qualcosa, ma ognuno di loro è in campo e non si sottrae alla gara, seppur decisa dall’alto, come appare. Sull’altro versante, Gianni Alemanno è ancora indeciso sul da farsi (si candida forte anche dell’appoggio di Alfano; o scappa in Europa lasciando alla Meloni). Ma la sua principale paura non è la sinistra, ma i grillini, che vanno a pescare, e bene, anche nel mare di centrodestra.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...