Incontro Roma Capitale - Regione, Rocca (FdI): "Malaffare non si combatte rifiutando le deleghe"

18 novembre 2016 ore 12:25, intelligo
“Il grande problema è sul comparto dell’urbanistica, uno dei settori più farraginosi della macchina capitolina, pareri, nulla osta, vincoli, procedure e quant’altro che ad oggi prevedono l’intervento di tutti enti territoriali, hanno prodotto in alcuni casi hanno la morte di diversi interventi o un vero e proprio sequestro di progetti dentro procedure durate anni e anni. Il Sindaco vorrebbe lasciare il controllo alla Regione Lazio e perché mai? I maligni dicono per non prendersi tutte le responsabilità, ma se si fanno le cose fatte bene e a norma di legge di quali responsabilità parliamo?” Così in una nota Federico Rocca, esponente romano di Fratelli d'Italia in merito all’incontro del Sindaco Virginia Raggi con la commissione affari istituzionali della Regione Lazio, in merito alle deleghe da conferire a Roma Capitale da parte della Regione.

Incontro Roma Capitale - Regione, Rocca (FdI): 'Malaffare non si combatte rifiutando le deleghe'
“Ci siamo battuti affinché Roma avesse più autonomia e più poteri di gestione del proprio territorio – dice Rocca – e ad un passo dal traguardo il nuovo Sindaco si gira dall’altra parte. Capisco le preoccupazioni della Raggi davanti agli accertati casi di mala gestione e di malaffare diffuso in alcuni settori del Comune di Roma, ma questo non si combatte rifiutando le deleghe o non prendendosi delle responsabilità. Ciò si combatte creando un sistema di gestione chiaro e trasparente, semplificando le procedure e la burocrazia e rendendo l’iter delle pratiche accessibile a tutti sia online che presso gli uffici. Mi auguro – conclude Rocca – che non ci si fermi a pochi passi dal capolinea per mere contrapposizioni politiche o di parte. La nostra città ha bisogno sì di più poteri, più deleghe e più risorse ma ha anche bisogno di una classe dirigente in grado di farle fare una volta per tutte quel salto di qualità che fino ad oggi è mancato. A quante pare non ci siamo ancora.”
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...