Elefantino al restauro, dopo lo sfregio la cura [FOTO]

18 novembre 2016 ore 13:36, Vanessa Dal Cero
Mancano poche ore e il restauro della zanna sinistra dell’elefantino di Gian Lorenzo Bernini, “imbragato” da qualche giorno in una piccola impalcatura di legno, sarà completato. Un’operazione scattata nella centralissima piazza della Minerva per restituire alla città di Roma il suo “Pulcino” danneggiato nella notte del 13 novembre scorso.
 
Le restauratrici della Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma che l’hanno “curato” spiegano l’accaduto ai passanti curiosi: è senza un pezzo di zanna da qualche giorno, se ne sono accorte due turiste spagnole all’indomani dello sfregio. Mentre le indagini sull’accaduto sono ancora in corso, l’elefantino è stato intanto restaurato grazie ad un adesivo sintetico, utilizzato per riattaccare la zanna rotta; il tutto è stato poi bloccato con pezzi di legno e nastri, mentre la testa dell’animale veniva ricoperta da un telo di plastica, in attesa di essere nuovamente esposta al pubblico.
 
L’elefante di Gian Lorenzo Bernini, sovrastato dall’obelisco della Minerva, è un complesso monumentale popolarmente conosciuto col nome di Pulcin della Minerva, dove “pulcin” in dialetto sta per “porcino”, riferito al rotondo elefante simile più ad un maialetto. Il monumento, commissionato da Papa Alessandro VII nella seconda metà del Seicento, è composto da materiali costruttivi differenti: l’elefantino, il basamento e i primi due gradini sono di marmo bianco di Carrara, l’ultimo gradino è di travertino mentre l’obelisco in groppa al pachiderma, risalente al VI secolo avanti Cristo, è in granito rosa.
 
Purtroppo non è la prima volta che un’opera d’arte viene danneggiata da atti vandalici, sfregiando il patrimonio storico, artistico e culturale delle nostre città.  Questa volta l’elefantino ci ha rimesso un pezzo di zanna; il fatto che la parte mancante sia stata rinvenuta a terra, poco dopo la segnalazione dello sfregio alle autorità, avvolge ancor di più tutta la vicenda di un alone di mistero.

<
>
caricamento in corso...
caricamento in corso...