Comunali, Berlusconi risponde a Salvini e blinda Bertolaso: "I romani non sono stupidi, vincerà"

19 febbraio 2016 ore 15:33, Americo Mascarucci
Comunali, Berlusconi risponde a Salvini e blinda Bertolaso: 'I romani non sono stupidi, vincerà'
Dopo la brusca frenata del leader della Lega Matteo Salvini sulla candidatura di Guido Bertolaso a sindaco della Capitale per il centrodestra, Silvio Berlusconi blinda l’ex numero uno della Protezione Civile e fa capire che la scelta è indiscutibile, sostenuto in questo da Giorgia Meloni, leader dei Fratelli d’Italia.  
Salvini ha espresso sin dall'inizio perplessità in merito alle inchieste giudiziarie che coinvolgono Bertolaso e ora rilancia: "La partita è ancora aperta, come tutte le partite. Bertolaso è il candidato proposto dagli alleati e lo accettiamo come indicazione, ma tra il dire sì e le elezioni c'è di mezzo prima il parere dei cittadini romani e vedrò quello che diranno i romani e su quello inciderà la mia decisione finale" fa sapere Salvini.
Berlusconi naturalmente non ha gradito. 
 "Le inchieste giudiziarie su Bertolaso non hanno alcun fondamento – attacca l'ex Cavaliere  -  l'ho appurato personalmente studiando i dossier che lo riguardano. Non saranno un ostacolo quindi né per lui e nemmeno per me, che lo sosterrò nella campagna elettorale con l'assoluta convinzione che sia davvero il miglior candidato possibile per risolvere i problemi di Roma. I romani non sono stupidi. Sapranno guardare al di là delle appartenenze politiche e sceglieranno Bertolaso perché è la scelta giusta per il bene di Roma e dei romani".
Berlusconi ha rilasciato un'intervista al quotidiano romano Il Tempo e sembra così chiudere definitivamente la questione del candidato a Roma. Bertolaso, sembra chiarire Berlusconi, sarà in campo indipendentemente da Salvini.  
"Non abbiamo scelto un uomo di partito ma un campione del fare - aggiunge ancora l'ex Premier - Da capo della Protezione Civile, Bertolaso ha dato prova di grandi capacità manageriali, sapendo gestire eventi e avvenimenti epocali fra i quali il dopo-terremoto in Abruzzo, lo spostamento del G8 all'Aquila, l'emergenza rifiuti a Napoli e in Campania. E tutti sappiamo quale sia ora la situazione dei rifiuti a Roma. Roma ha bisogno di essere guidata da una personalità con eccezionali capacità manageriali - aggiunge - La sinistra, invece, schiererà il solito professionista della politica che uscirà vincitore dalle loro primarie taroccate, e i 5 Stelle candideranno qualche perfetto sconosciuto che non avrà mai fatto niente di importante in vita sua e senza nessuna esperienza di rilievo". 
Insomma un Berlusconi a tutto campo decisa a non darla vinta al principale, scomodo alleato, con il quale sono ancora aperte le partite delle candidature in altre città italiane.


caricamento in corso...
caricamento in corso...