A.A.A. Cercasi giunta capitolina, Marino in alto mare

19 giugno 2013 ore 11:48, Francesca Siciliano
A.A.A. Cercasi giunta capitolina, Marino in alto mare
La giunta capitolina non s'ha da fare, almeno per il momento. Il giro di “consultazioni” architettato da Marino sembra essere più complicato del previsto: sindaco e partiti che lo sostengono sono in fibrillazione, non riescono proprio a trovare la quadra del cerchio.
I fuochi d'artificio per la netta vittoria su Alemanno sono acqua passata, ora viene il “bello”: il chirurgo dem, infatti, proprio in queste ore si trova ad affrontare i cosiddetti problemi “reali”, quelli che la notte non lo fanno più dormire e che lo affaticano ancor più della pedalata fin sul colle Campidoglio: la composizione della squadra del “suo” governo.  Voleva  fare la «giunta del sindaco», Marino. Con moltissimi esterni, tantissimi tecnici di primo livello, e pochissimi (o zero) politici. Aveva iniziato a sparare nomi altisonanti, Marino. Ma non son passati due giorni che si è trovato a dover correggere (e abbassare) il tiro ripiegando su nomi decisamente più abbordabili. Ma i problemi sono sorti comunque: l'incontro con Gasbarra e Patanè, non è stato salvifico, anzi: i democratici vogliono almeno 5 assessorati più la presidenza dell'aula Giulio Cesare, scranno sul quale il sindaco voleva piazzare una donna. Il Pd, dunque, per accontentare tutte le sue anime, chiede almeno sei scranni (5 assessori, più l'Assemblea) ma avrebbe presentato una lista di otto nomi. Tutti uomini. Come se ne esce, dunque, per la questione della parità di genere? Ma di pancia, come da copione, anche in Sel. Che avrebbe dovuto avere due assessori, ma che al momento trova nella giunta solo Luigi Nieri. Al quale, per di più, è stata affibbiata la delega ai Lavori pubblici (da leggere come: le buche di Roma da rattoppare). Nota di colore: L'appuntamento  tra il sindaco e il deus ex machina Goffredo Bettini è saltato. Così, inspiegabilmente...  
caricamento in corso...
caricamento in corso...