No alle bancarelle sul lungomare di Ostia: occupato il Municipio X

19 maggio 2014 ore 14:59, Andrea De Angelis

di Marco Guerra Oltre 1100 metri quadri di lungomare adibiti al commercio ambulante nell’area più centrale di Ostia. È quanto prevede un bando messo a punto dalla giunta del X Municipio di Roma, fortemente contestato dai gruppi consiliari dell’opposizione che, questa mattina, hanno occupato simbolicamente il parlamentino lidense con tanto di striscione ‘No alle bancarelle a lungomare’.

No alle bancarelle sul lungomare di Ostia: occupato il Municipio X
Ad animare la protesta sono stati i consiglieri Paolo Ferrara, capogruppo del Movimento 5 Stelle, Giulio Notturni, capogruppo della Lista Marchini, Salvatore Colloca, capogruppo di Fratelli d’Italia e Tommaso D’Annibale, capogruppo di Forza Italia. L'intento è anche quello di farsi portavoce del malumore dei commercianti della zona già fortemente provati dalla crisi. L’area assegnata dal bando è quella antistante il Pontile; sempre sul lungomare insisterà poi il ‘Villaggio dei mondiali’ a piazzale Magellano, con una terza area dedicata al commercio ambulante a piazza Sirio. Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Salvatore Colloca, sostiene che la passeggiata sul mare “sarà trasformata in un unico grande suk” e punta il dito contro le pedonalizzazioni invernali del lungomare che sarebbero state “propedeutiche all’invasione di attività commerciali nel periodo estivo”. “Noi contestiamo la mancata discussione in consiglio di questo progetto – spiega Colloca – che, fra le altre cose, è in aperto contrasto con una delibera approvata da questo municipio nel 2003 che ascrive il pontile di Ostia come ‘zona bianca’, ovvero – prosegue il consigliere di Fdi - area di pregio in cui sono consentite solo attività culturali di altissimo livello”. Il bando è invece aperto ad attività di vendita ambulante di ogni tipo di merceologia compresi cibi e bevande, i tanto contestati camion bar per intenderci. L’occupazione simbolica è stata sciolta in tarda mattinata, ma le forze di opposizione hanno promesso di bloccare il consiglio fino a che non sarà ritirato il bando. Intanto resta sul tappeto anche il controverso tema delle occupazioni abusive dei senza fissa dimora nella pineta di Ostia. Sono infatti passati i 3 mesi che le giunta si era presa per effettuare la mappatura degli insediamenti e di chi vi risiedeva, ma al consiglio municipale non è stato reso ancora noto alcun risultato.

caricamento in corso...
caricamento in corso...