A Roma tutti pazzi per i robot: perché crescono i visitatori del Maker Faire

19 ottobre 2015, Micaela Del Monte
A Roma tutti pazzi per i robot: perché crescono i visitatori del Maker Faire
Si è conclusa ieri la tre giorni dell'innovazione romana con l'edizione 2015 del Maker Fair.

La più grande fiera dell'innovazione d'Europa, che nell'edizione continentale si svolge proprio nella Capitale, ha avuto anche quest'anno un enorme successo. Tantissimi gli eventi che hanno riempito le sale dell'università "La Sapienza" di Roma e che hanno coinvolto migliaia di persone, non solo adulti ma anche tantissimi bambini.

Droni, robot, più di 600 stand, oltre 700 invenzioni da tutto il mondo, centinaia di workshop e seminari con gli speaker più importanti del settore e un'area dedicata ai più piccoli che hanno potuto passare il tempo con più di 90 laboratori per imparare a programmare, costruire il proprio robot e tanto altro.

"All'ora di pranzo avevamo già superato 100 mila presenze, numeri molto incoraggianti se si considera che questo è il primo evento non sportivo, religioso, musicale che a Roma riesce a raggiungere un numero così elevato su un tema complesso come le nuove tecnologie e dell'innovazione". Non ha potuto nascondere la sua soddisfazione Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma, l'organo istituzionale che per primo ha investito su questa manifestazione, fin dal 2013.

Numeri che fanno pensare se consideriamo che lo scorso anno l'affluenza era stata di circa 90mila persone, segno questo che la scienza e le innovazioni hanno sempre più appeal nel nostro Paese e visto il successo di quest'anno, l'evento Maker Faire a Roma è stato già confermato per tornare nei prossimi due anni.
caricamento in corso...
caricamento in corso...