Turista svedese stuprata a Roma, fermato portiere. Raggi: "Ci prenderemo cura"

02 gennaio 2017 ore 12:25, Andrea De Angelis
Cronaca nera nel cuore di Roma in questo inizio d'anno. Una turista svedese sarebbe infatti stata stuprata in pieno centro stando a quanto riportano i principali quotidiani nazionali, secondo quanto ricostruito la trentenne era rientrata in camera dopo aver festeggiato il Capodanno. Quando è stata aggredita ha gridato, ha svegliato un’amica che è subito accorsa: le giovani hanno poi attirato l’attenzione di una pattuglia dei vigili urbani che stava passando in strada in quel momento.

La vittima dell’aggressione ha ricevuto l’immediata solidarietà della sindaca di Roma Virginia Raggi, che come riporta Il Fatto Quotidiano l’ha incontrata. "La ragazza è stanca però sta bene. La polizia locale ed il Campidoglio le garantiranno assistenza per tutto il suo soggiorno. Ci prenderemo cura di lei – ha detto il sindaco – La polizia è arrivata all'istante. Purtroppo questi episodi accadono ovunque e sono inaccettabili. La polizia ha risposto immediatamente e sono riusciti a salvare la situazione. È un episodio che ovviamente ci indigna. Questi fenomeni sono assolutamente intollerabili. C’è ancora tanta strada da fare perché la violenza sulle donne è inaccettabile non solo a Roma ma in qualunque parte del mondo. Una notizia che tinge un po' di nero questo nuovo inizio dell’anno".
Come riporta Repubblica, l'hotel in via del Corso in una nota ha condannato "fermamente il comportamento del portiere notturno, ritenendolo spregevole e disumano, indipendentemente se verrà accertata la molestia o quant'altro. Ci teniamo pertanto a precisare - prosegue la nota della direzione - che c'è in corso un accertamento delle autorità giudiziarie con il quale la direzione sta collaborando ed esprimiamo la massima vicinanza alla ragazza vittima dell'episodio. Il portiere notturno stava facendo un periodo di prova dal mese di novembre con un contratto a termine (3 mesi) cessato con effetto immediato. Vogliamo difendere e salvaguardare la nostra struttura e tutto il nostro staff che collabora con noi da molti anni in modo professionale, vittime anche noi dell'accaduto. La Direzione intende far sapere che provvederà ad utilizzare tutte le vie legali per ogni eventuale danno causato da questa persona. A salvaguardia della ragazza, in questo momento particolare, abbiamo provveduto a sistemarla presso una diversa struttura a nostre complete spese".
caricamento in corso...
caricamento in corso...