Roma, macchinisti col freno tirato per sciopero. Proteste accelerate

02 luglio 2015, intelligo
Roma, macchinisti col freno tirato per sciopero. Proteste accelerate
Muoversi a Roma coi mezzi pubblici è un terno al Lotto. Tra scioperi degli autobus (ormai praticamente settimanali) e proteste del personale della metro, ogni giorno ce n’è una.

Ora tocca ai dipendenti Atac della metro A e B che di punto in bianco non si sono resi disponibili a condurre i convogli. Lo dice direttamente l’azienda: “Le linee A e B della metropolitana, la linea Roma-Viterbo e, più limitatamente, la linea Roma-Lido hanno subito imprevisti rallentamenti per l'improvvisa indisponibilità di convogli o di personale di condotta”. 

Motivo? I badge. Cosa c’entrano? C’entrano eccome, perché sono arrivati i nuovi badge per registrare le presenze del personale, nell’ambito del piano di produttività che sarà operativo dal 1 agosto. Il punto è che da 700 ore di lavoro si arriverà a circa 950 annuali, e i disagi alla metro sembrerebbero essere la reazione dei macchinisti alle novità aziendali. Atac sospetta che alcuni dipendenti lavorerebbero, come dire, col freno a mano tirato per protestare contro la riorganizzazione dell’azienda di trasporto pubblico. Fatto sta che ieri i disagi ci sono stati eccome, per la ‘gioia’ dei pendolari e dei viaggiatori. 

L’azienda aggiunge che i negoziati coi sindacati sono in corso, ma la domanda di chi paga il ticket o l’abbonamento è sempre la stessa: oggi riuscirò ad andare al lavoro in perfetto orario? 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...