Grillo alza i toni: «E' in atto un colpo di Stato». Cresce la tensione a Roma, rischio scontri

20 aprile 2013 ore 16:54, Marta Moriconi
Grillo alza i toni: «E' in atto un colpo di Stato». Cresce la tensione a Roma, rischio scontri
Scrive il leader del M5S, Beppe Grillo sul blog, annunciando il suo imminente arrivo a Roma
: «Ci sono momenti decisivi nella storia di una Nazione. Oggi, 20 aprile 2013, e' uno di quelli. E' in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. Quattro persone: Napolitano, Bersani, Berlusconi e Monti si sono incontrate in un salotto e hanno deciso di mantenere Napolitano al Quirinale, di nominare Amato presidente del Consiglio, di applicare come programma di Governo il documento dei dieci saggi di area Pdl/Pd che tra i suoi punti ha la mordacchia alla magistratura e il mantenimento del finanziamento pubblico ai partiti. Nel dopoguerra, anche nei momenti più oscuri della Repubblica non c'è mai stata una contrapposizione così netta, così spudorata tra Palazzo e cittadini. Rodotà  è  la speranza di una nuova Italia, ma è sopra le parti, incorruttibile. Quindi pericoloso. Quindi non votabile. Il MoVimento 5 Stelle ha aperto gli occhi ormai anche ai ciechi sull'inciucio ventennale dei partiti. Il M5S da solo non può però cambiare il Paese».
caricamento in corso...
caricamento in corso...