Non è Mafia Capitale, le condanne: per Buzzi e Carminati ora appello in discesa

20 luglio 2017 ore 15:15, Americo Mascarucci
Non c'è associazione a delinquere di stampo mafioso ma associazione a delinquere semplice. Mafia capitale si sgonfia, perché viene meno l'elemento principale, la mafia. Così ha deciso la X sezione penale del Tribunale di Roma che oggi ha pronunciato la sentenza di primo grado contro gli imputati dell'inchiesta che tutti hanno imparato a conoscere con l'appellativo di "Mafia-capitale", termine però che, stando alle risultanze del processo, probabilmernte da oggi non sarà più corretto utilizzare. Perché la sentenza esclude come detto l'aggravante mafiosa per quello che è stato definito un sodalizio criminale che avrebbe condizionato l'attività del Campidoglio e la gestione degli appalti per l'accoglienza. Carminati e Buzzi, il nero e il rosso, estremista di destra il primo, comunista il secondo, uniti nello spartirsi secondo l'accusa la torta dei fondi pubblici per l'immigrazione e i campi nomadi e la gestione degli appalti del verde pubblico grazie alla connivenza di politici e funzionari pubblici che a detta degli inquirenti risultavano nel libro paga della banda
Non è Mafia Capitale, le condanne: per Buzzi e Carminati ora appello in discesa

LE CONDANNE
Massimo Carminati ex Nar considerata la mente del presunto sodalizio criminale è stato condannato a 20 anni di carcere e 14mila euro di multa. Ha accolto la lettura del verdetto, collegato in videoconferenza dal carcere di Parma, dove è detenuto in regime di 41 bis. Diciannove anni invece per Salvatore Buzzi suo presunto socio in affari considerato il ras delle cooperative romane.
Franco Panzironi e Luca Gramazio sono stati condannati rispettivamente a 10 e 11 anni di carcere. 
Luca Odevaine ex componente del Tavolo di coordinamento nazionale sui migranti del Viminale, è stato condannato a 6 anni e 6 mesi di reclusione. Tuttavia i giudici, ritenuta la continuazione rispetto alla pena già inflitta da due precedenti sentenze, hanno determinato la pena nella misura complessiva di otto anni di reclusione. Condanna a tre anni di reclusione per Giordano Tredicine, ex consigliere di Forza Italia. 

LE REAZIONI
"Mafia Capitale non esiste - attacca Ippolita Naso a SkyTg24, legale di Carminati insieme al padre Giosuè. -Cade anche l'aggravante del metodo mafioso, tutto ciò che era mafia è venuto meno. E' una brutta botta per la Procura di Roma. Carminati l'ho sentito, è molto soddisfatto. Mi ha detto: 'Hai ragione tu, non ci credevo'. Era pessimista". Giosuè Naso ha affermato che la sentenza "rappresenta un omaggio a Borsellino, la mafia non va strumentalizzata".

I NUMERI DELL'INCHIESTA
240 udienze celebrate nell'aula bunker di Rebibbia e diluite in venti mesi; quarantasei imputati, molti dei quali accusati di associazione di stampo mafioso e ancora in carcere: da Carminati al 41 bis detenuto a Parma a Buzzi nella struttura di massima sicurezza a Tolmezzo. E ancora: 80mila intercettazioni telefoniche e ambientali trascritte, 10 milioni di carte e altri 4 milioni di pagine di brogliaccio. 

APPELLO
Ora ovviamente la parola passerà ai giudici dell'Appello visto che alla luce della caduta dell'associazione mafiosa la speranza per gli imputati di veder ridotte le pene in secondo grado si fa tutta in discesa. Scontato dunque il ricorso. 

#mafiacapitale #buzzi #carminati

caricamento in corso...
caricamento in corso...