Roma, l'election zoo protagonista del dibattito elettorale

20 maggio 2013 ore 14:59, intelligo
Roma, l'election zoo protagonista del dibattito elettorale
di K. K. Mici, polli e babbuini: chi sperava in una campagna elettorale nuova è stato accontentato. Basta con le solite strade sporche, le buche o gli autobus lenti, meglio un 'election zoo', devono aver pensato gli aspiranti sindaco. Anche perché, vista l'impossibilità di trasformare la Capitale in una città a misura d'uomo, meglio parlare di animali. E così dalle proteste degli animalisti contro il chirurgo Ignazio Marino, accusato di aver torturato i babbuini in nome della scienza, l'attenzione è passata su Bizet, il gatto certosino di Gianni Alemanno. "E'  un amico che mi sta dando una mano", ha confessato qualche giorno fa il sindaco uscente, che non ha esitato a farsi immortalare accanto al suo felino. Ma nella fattoria elettorale del Campidoglio non poteva mancare neanche il pollo. Peccato che il candidato Alfio Marchini se ne sia servito solo per apostrofare il candidato del centrosinistra ("Io il fratello bello di Alemanno? Marino e' di Genova, noi a Roma lo chiamiamo il 'pollo' che abbocca alle polpette avvelenate"). Una cosa e' certa: se anche gli animali a Roma avessero diritto di voto questa volta farebbero la differenza!
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...