Fuga gas e fanghi vulcanici, mezza Anagnina irrespirabile: presidiata e riaperta

20 maggio 2016 ore 10:30, Americo Mascarucci
E' stato riaperto il tratto dell'Anagnina chiuso in seguito alla fuoriuscita di gas e fanghi vulcanici da un pozzo artesiano.
Soltanto nelle ultime ore la situazione è tornata alla normalità. 
Via Anagnina è stata chiusa fino a ieri sera nel tratto compreso tra l’incrocio con vicolo Anagnino fino a quello con via della Mola Cavona in entrambi i sensi di marcia per circa 5 km. 
A decidere lo stop, per consentire la messa in sicurezza dell’area, è stato il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca dopo che, il 12 maggio, nella zona erano fuoriusciti gas e fanghi vulcanici, probabilmente in seguito a interventi edilizi su terreni privati. Lo stop al traffico si è reso necessario per interrompere definitivamente la fuoriuscita di sostanze gassose. Poi alle 18, la circolazione è ripresa normalmente.

Fuga gas e fanghi vulcanici, mezza Anagnina irrespirabile: presidiata e riaperta
Già la scorsa settimana era stato necessario un primo intervento dei Vigili del Fuoco e il vento forte delle ultime ore ha nuovamente riacceso l'allarme.
Anche le abitazioni vicine erano state evacuate da alcuni giorni per motivi di sicurezza e l'operazione era considerata molto delicata.
I Vigili del Fuoco hanno lavorato per l'intera giornata di ieri e per tutta la notte.

caricamento in corso...
caricamento in corso...