Roma, Santori (FdI): "Ora basta, diteci la verità sui lampioni spenti a Monteverde"

21 luglio 2017 ore 16:06, Micaela Del Monte
Sono diversi mesi che ciclicamente le strade di Monteverde restano al buio. Per le strade del quartiere di Roma spesso infatti ci si trova a dover camminare senza sapere dove si mettono i piedi o, peggio, a doversi guardare intorno per paura di incontrare persone "losche", senza poter vedere bene di chi si tratta. Il sospetto che in qualche modo ci sia lo zampino dell'Acea sembra non essere però venuto soltanto ai cittadini. Per questo motivo IntelligoNews ha contattato Fabrizio Santori consigliere regionale per Fratelli d'Italia e molto attivo nel XII municipio per capire meglio cosa accade nella zona.
Roma, Santori (FdI): 'Ora basta, diteci la verità sui lampioni spenti a Monteverde'
Monteverde è a intermittenza al buio. Cosa sta succedendo Santori?

"Più volte l'ho denunciata questa cosa e l'Acea ha sempre risposto che non è assolutamente vero che si tratta di una cosa ciclica. Per loro è colpa di guasti tecnici. Non è possibile però che una volta al mese si verifichi questa cosa. E' vergognoso. Non si può rompere tutto in una zona e la settimana seguente la via dopo. Con i consiglieri Grosseto, Giudici e Picone del XII municipio ci siamo divisi le zone del quartiere e abbiamo iniziato a monitorare la situazione avendo ricevuto tante segnalazioni. Sulla base dei dati raccolti ho scritto un comunicato nel quale accusavo l'Acea di risparmiare sull'illuminazione e ovviamente mi hanno risposto ufficialmente che non era vero. Loro comunque devono garantire un servizio e non possono lasciare al buio le vie, questo comporta anche problemi di sicurezza e atti di vandalismo ai mezzi parcheggiati sotto le abitazioni. Problematiche gravi che si ripercuotono poi sulla serenità dei cittadini". 

E' pronto a dimostrare, a breve, con documenti la frequenza della mancanza di luce sui lampioni nella zona che sta monitorando? 

"Io non ho difficoltà a ribadire la cosa perché le segnalazioni che arrivano continuano ad essere tante. Loro hanno il controllo elettronico di tutte le zone e se c'è un guasto, gli arriva un segnale e in quell'area, in teoria, possono agire immediatamente. E' anche vero che ci sono centraline uniche che controllano quelle di zona e queste possono essere gestite separatamente. Se si vuole quindi spegnere un gruppo di lampioni in una volta sola si può fare. Loro potranno insistere a dire di no, ma io continuo a vedere un percorso di spegnimento a macchia di leopardo dei lampioni e questo deve assolutamente finire. L'Acea deve rispettare il contratto di servizio che ha sottoscritto con  i cittadini visto che è di proprietà del 50% del Comune di Roma e quindi dei romani. Il servizio di illuminazione deve essere garantito sempre. Non è che ogni tanto prendono e spengono le luci". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...