De Vito corre per il Campidoglio e giura: «Grillizzerò Roma»

22 marzo 2013 ore 17:01, Alessandra Mori
De Vito corre per il Campidoglio e giura: «Grillizzerò Roma»
«È la cosa più bella che potesse capitarmi». È al settimo cielo Marcello De Vito, il grillino competitor di Gianni Alemanno e del nome piddino che uscirà dopo le primarie interne al partito di Bersani
. È un avvocato trentottenne attivista del IV municipio a Roma e dopo il responso arrivato dopo il risultato delle consultazioni on line bandite dai grillini, selezionato tra dodici nomi in lizza, dice che stanotte ha dormito 2 ore, che è il giorno più incredibile della sua vita, una grande emozione. Romano de roma confessa di sentire «un'enorme pressione addosso perché non voglio deludere gli altri attivisti e tutti coloro che mi hanno scelto». De Vito porta il grande peso di aver raccolto 533 preferenze nel referendum online indetto per scegliere, «in modo trasparente», il nome giusto. Oggi in conferenza stampa Davide Barillari, il candidato del M5s alle scorse elezioni regionali, ha introdotto i lavori affermando la sua soddisfazione per la scelta opportuna. Così i grillini si galvanizzano e avvertono che lo tsunami tra poco coinvolgerà anche il Comune, giurano che proprio De Vito farà la differenza e si vedrà fin dai primi giorni dopo il suo ingresso. Sparano ad alzo zero, sicuri delle loro forze. Una sola promessa: Marcello romano de Roma sarà il nuovo sindaco. Intanto il presidente della Regione Nicola Zingaretti ha tenuto la prima riunione di giunta. Assessori tutti esterni per la sua squadra. Motivo? «E' un modo di allargare e rafforzare la nostra maggioranza, competenze e specializzazioni, e rafforzare una squadra di consiglieri e assessori tutti nuovi per essere più forti e più uniti». Altra notizia uscita è che tutti gli assessori lasceranno a casa le auto blu e verranno a lavorare come tutti i comuni mortali. Della serie: non è mai troppo tardi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...