Roma, Metro B in panne: ci risiamo. L'ultima ira dei pendolari e gli ultimi guasti

22 ottobre 2015, Marta Moriconi
Roma, Metro B in panne: ci risiamo. L'ultima ira dei pendolari e gli ultimi guasti
A Roma il caos è all'ordine del giorno e spesso e volentieri è la Metro a contribuire al traffico. Anche oggi. E l'orario è proprio maledetto. Nelle tratte Monti Tiburtini-San Paolo e Ionio-San Paolo per un guasto alla linea aerea all'altezza della stazione Cavour le metro si sono bloccate dalle 7. Poi la linea B ha avuto dei guasti ed è stata riattivata verso le 9:30. 

Nel frattempo, visto il traffico e l'indignazione tutta "in salita", il Comune ha preso la misura urgente di aprire i varchi della Ztl. Inutile raccontare l'ira dei pendolari. Solo dopo l'intervento dei tecnici Atac si è potuto provvedere alla riparazione. Ovviamente la conseguenza è stata la caccia ai bus, infatti presi d'assalto dai malcapitati.

Termini e Ostiense le zone più calde. Addirittura in via dei Monti Tiburtinila gente ha quasi invaso la strada di fatto creando caos e traffico del quartiere più trafficato di Roma.

Così l'assessore Esposito su Twitter lancia l'appello: "#MetroB: rottura linea aerea di alimentazione a Cavour, serve URGENTEMENTE commissario straordinario trasporti #Roma #sempreNellOraDiPunta". Poi ha una parola anche per i dirigenti: "Ho visto che a mezzogiorno è stata convocata una conferenza stampa. Presidente e amministratore delegato, invece di far conferenze stampa, si occupino di far funzionare l'Atac".

Risponde subito il ministro dei Trasporti Graziano Delrio: "Si deciderà insieme con il prefetto di Roma le modalità con cui aiutare Roma a gestire questa fase".

In effetti i disservizi sono all’ordine del giorno "in questa fase".

Il 28 settembre sempre sulla linea A nei pressi della stazione di Piazza di Spagna il crollo di una parte del controsoffitto ha mandato in tilt la circolazione. Anche in quel caso tante scuse da parte di Atac e l’apertura di un’inchiesta per risalire alle cause. Esposito, allora assessore con pieni poteri, parlò ugualmente di "vergogna per la città". 

Il 15 aprile scorso altro guasto a un treno con caos e confusione nelle stazioni più centrali, da Lepanto e Piazza di Spagna a Piazza Barberini, dove si registrarono  lunghissime file non solo sulla banchina per l’accesso ai treni in direzione Anagnina, ma perfino per accedere alle scale mobili. L’Atac si scusò e parlò di atto vandalico. 

E poi ancora. 

Il 23 luglio era stato il turno della metro B bloccata per problemi tecnici tra le stazioni Bologna e Tiburtina, tra le proteste di centinaia di passeggeri fermi sotto un tunnel per lunghissimi minuti, senza aria e ammassati nei vagoni al buio. Fortunatamente sul posto insieme ai tecnici dell’Atac giunsero anche le forze dell’ordine che salvarono i primi dalla furia delle persone. 
Molte di queste si erano sentite male mentre altre avevano tentato di forzare le porte per far entrare l’aria. Naturalmente tante scuse da parte dell’Atac....

POi fate un giro sul web e vi accorgerete del dramma trasporti a Roma.

caricamento in corso...
caricamento in corso...