Roma, addio al concertone di Capodanno: si lavora sul "piano B"

23 dicembre 2016 ore 22:02, Andrea Barcariol
Niente concertone di Capodanno al Circo Massimo. Per il Campidoglio, dopo i casi Muraro, Marra e il bilancio previsionale bocciato dall'Oref è arrivata un'altra doccia fredda. Anzi gelida. La società vincitrice del bando ha fatto sapere che "non c'erano più le condizioni - spiega il quotidiano Il Messaggero - un colpo di scena motivato dal caos amministrativo di queste ultime ore e soprattutto dal passo indietro degli sponsor che avrebbero favorito l'operazione a costo zero per la giunta Raggi". Le istituzioni culturali capitoline sono al lavoro su un "piano B" da mettere in campo, a costi limitati, che copra in qualche modo il brindisi di San Silvestro, cui i romani e i turisti in realtà tengono molto. L'obiettivo è evitare l'affidamento di questa "soluzione-ponte" a trattativa diretta, come fece il commissario Tronca attirandosi forti critiche anche dal M5S. 

Roma, addio al concertone di Capodanno: si lavora sul 'piano B'
Neanche a dirlo è partito il fuoco di fila delle opposizioni, con il Pd in testa. “Quest’anno per la prima volta Roma non avrà il suo Concertone di fine anno. Un altro record negativo della Giunta Raggi e un altro colpo drammatico per il turismo della nostra città, ma d’altronde tutto era già scritto visto che il sito Internet del Comune di Roma consigliava di passare la notte del 31 dicembre in un’altra capitale europea” - ha sottolineato in il consigliere comunale del Pd, Marco Palumbo. Sulla stessa lunghezza d'onda il deputato Marco Miccoli: “Roma sarà l’unica Capitale mondiale dove la notte di Capodanno non ci sarà il Concertone. Questo non è che l’ennesimo atto della Giunta Raggi che sta affossando la Capitale. Da sei mesi c’è il nulla, solo liti dei grillini per accaparrarsi posti e scandali a ripetizione. Con la Raggi Roma muore”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...